Salute

Possiamo fare qualcosa per migliorare la salubrità degli alimenti?

settembre 24, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

A questa domanda certamente si può rispondere in modo affermativo. Non mi riferisco soltanto ai metodi di cottura, di conservazione o di preparazione,  ma quello che vorrei evidenziare in questo articolo è un problema che, una volta risolto, potrebbe migliorare la nostra alimentazione e, di conseguenza, la salute nostra e di chi abbiamo vicino.

La qualità di un alimento, come ho evidenziato più volte, spero efficacemente, non è rappresentata esclusivamente dalle caratteristiche nutrizionali, ma anche dall’attenzione e cura che gli operatori alimentari impiegano lungo tutta la filiera, ovvero nella produzione alimentare. Molte di queste fasi sono gestite dalle aziende alimentari, che, devo dire, grazie alle normative vigenti, sono quasi costrette a rispettare determinate regole igienico-sanitarie.

Tuttavia la nostra attenzione si può riversare su altri aspetti, che possiamo, a mio avviso, contrastare efficacemente e piuttosto semplicemente, nella vita di tutti i giorni. Leggi tutto…

Acidità e bruciore di stomaco

novembre 3, 2008 | Author: rosisella | Filed under: Alimentazione,Salute

Acidità di stomacoTutti abbiamo sentito almeno qualche volta la sensazione di bruciore nello stomaco, in occasione di una indigestione, a seguito di eccesso di bibite alcoliche, di condimenti nel cibo, o per una maggiore sensibilità della mucosa in quel momento. Ma quando l’acidità si trasforma in un problema frequente e cronico, la situazione cambia.
Le persone che soffrono di acidità costante o in maniera severa devono consultare uno specialista per determinare le cause e per poterla così eliminare.
Sono tante le possibili cause della acidità gastrica, tra cui le più comuni sono:tutti i tipi di gastrite, la ulcera gastrica o peptica, la ernia iatale, problemi di digestione, reflusso gastroesofageo, resezione gastrica, inadeguata alimentazione, ecc.
L’acidità di stomaco ha diversi gradi di intensità, da molto lieve a molto intensa.

Leggi tutto…

Salute(?) all’italiana

maggio 6, 2008 | Author: rosisella | Filed under: Alimentazione,Salute

italianfood.jpgLa Salute all’Italiana? Pochissimo sport, tanti grassi e sigarette.

Ironicamente, una realtà contrastante con l’idea della buona salute del popolo Italiano che segue la dieta mediterranea. Ma cos’è successo alla dieta mediterranea e alle buone abitudine nello stile di vita dell’ Italiano?

I rapporti ci indicano che anche se mangiamo più frutta e verdura rispetto al passato , è pur certo che stiamo diventando più sedentari: si continua a muoversi poco e a bere alcol sin da giovanissimi, tutti fattori che in futuro influiscono in modo negativo per la salute.

Secondo dati nazionali descritti dall’Osservatorio Nazionale presso l’Università  Cattolica di Roma, la Campania è la regione con più giovani, la Valle d’Osta quella con più persone magre, le Marche la regione con persone più longeve mentre la Liguria è la regione più vecchia.
Leggi tutto…

Inquinanti e contaminanti negli alimenti

novembre 17, 2007 | Author: rosisella | Filed under: Alimentazione,Salute

Ogni giorno consumiamo diversi alimenti senza sapere davvero se sono adatti al consumo o se possiedono agenti tossici che possono mettere a rischio la nostra salute. Molte volte ci preoccupiamo solo degli ingredienti, ma non ci preoccupiamo di conoscere gli inquinanti ambientali provenienti dei pesticidi usati nell’agricoltura, o gli elementi che cambiano all’interno di un alimento attraverso alcuni tipi di cottura che li fanno diventare dannosi per la nostra salute.
Sono moltissime le sostanze che si trovano nascoste negli alimenti e che, senza saperlo, danneggiano il la nostra salute, e che non sempre vengono riportate nelle etichette nutrizionali degli alimenti.

Alcuni esempi:

  • LA DIOSSINA: sostanza tossica che si accumula nel nostro organismo in maniera progressiva e che può trovarsi nei grassi animali e nelle uova. Il nostro corpo è capace di eliminarla, ma molto lentamente,e per questo motivo si corre il rischio di un accumulo cronico di questa sostanza.Può trovarsi principalmente nei grassi degli alimenti di origine animale, in alcuni grandi pesci d’ acqua fredda dei mari nordici, nella carne, nelle uova e nei latticini.Per prevenire il contatto con la diossina si consiglia di limitare al minimo il consumo di pesci del nord dell’ Europa e di scartare il grasso visibile della carne prima della cottura. È dal 1999, dopo la contaminazione di polli in Belgio, che si studia davvero a fondo la diossina, ma non si conoscono ancora bene gli effetti negativi che la diossina causa al nostro corpo, nè quale sia il limite tossico di assunzione. L’importante è prevenire riducendo il grasso degli alimenti, perche è li che può nascondersi la diossina, fare molto sport per eliminare il nostro grasso corporeo e quindi eliminare l’eventuale diossina che potrebbe essersi accumulata nel nostro organismo, bere molta acqua con oligominerali e tisane depurative.

Leggi tutto…

Mantenere sano il fegato con l’alimentazione

ottobre 5, 2007 | Author: rosisella | Filed under: Alimentazione,Salute

Il fegato è uno degli organi più importanti del corpo umano, dopo il cervello e il cuore.
Essenziale per la vita, senza un fegato sano molte delle funzione del corpo, come il metabolismo di nutrienti, la coagulazione e la disintossicazione non si potrebbero realizzare.
Ma il fegato non è solo un organo, è anche la ghiandola più grande che il nostro corpo possiede, e quella che lavora di più, giacchè ogni giorno adempie a più di 500 funzioni, delle quali 22 vitali. Per questo è importante seguire una dieta senza grassi, senza alcol nè zuccheri che salvaguardi la salute e il buon funzionamento del nostro fegato.

A cosa serve il fegato?

Alcune delle principali funzioni del fegato sono:

  • Ricevere i nutrienti dall’intestino dopo la digestione e l’assorbimento del cibo.
  • Accumulare gli zuccheri sottoforma di glicogeno come riserva calorica, in caso sia necessario utilizzarli in casi di necessità (come in caso di digiuno)
  • Trasformare ed eliminare l’acido lattico ed altre sostanza che provengono dall’attività muscolare e dall’esercizio fisico.
  • Neutralizzare ed eliminare le sostanze tossiche che circolano nel sangue.
  • Distruggere i globuli rossi vecchi e produrne di nuovi per il sangue.
  • Produrre la bile, sostanza necessaria alla digestione dei grassi.
  • Aiutare la regolazione della temperatura corporea.
  • Aiutare il pancreas e i reni nel metabolismo dei carboidrati.
  • Filtrare il sangue. Ogni giorno passano attraverso il fegato circa 600 litri di sangue che vengono depurati.
  • Formare riserve di alcune vitamine.
  • Formare gli agenti responsabili della coagulazione del sangue.

Come mantenere il fegato in buona salute?

Per tenere in buona salute il fegato è importante:

  • Evitare l’eccessivo lavoro del fegato, che giornalmente è occupato in quasi 500 funzioni: per questo bisogna fare attenzione all’alimentazione e al consumo di alcol.
  • Evitare l’eccesso di sale e condimenti come il pepe.

Leggi tutto…

Conoscere, prevenire e ridurre il colesterolo

settembre 24, 2007 | Author: rosisella | Filed under: Alimentazione,Salute

Si parla sempre molto del colesterolo, ma che cos’è davvero?

E che effetti ha sulla nostra salute?

Perchè si dice che è un nemico nascosto del nostro organismo?

Il colesterolo è un grasso (sostanza lipidica) insaturo, di consistenza dura, che rappresenta il principale sterolo dell’organismo e che svolge diverse e importanti funzioni nelle cellule del corpo umano.
Infatti, il colesterolo forma parte della struttura della cellula degli ormoni maschili e femminili (testosterone, estrogeni), e di altri ormoni, come il cortisone. Inoltre, il colesterolo forma parte degli acidi biliari (componenti della bile) e parte della struttura della Vitamina D e dei tessuti nervosi.
L’organo che di più ha bisogno di colesterolo è il cervello.

Il colesterolo viene introdotto nell’organismo attraverso alcuni alimenti, ma endogenamente il corpo umano è capace di produrla all’interno del fegato e nella corteccia surrenale, per almeno 2 grammi al giorno. In realtà il nostro corpo produce colesterolo sufficiente per coprire il fabbisogno, per questo chi assume grandi quantità di alimenti ricchi in colesterolo, corre il rischio di aumentare i livelli normali di questo grasso nel sangue, producendo danni alle arterie e malattie cardiovascolari.

Leggi tutto…

Alimentazione e sonno…mangia bene e dormi meglio.

agosto 27, 2007 | Author: rosisella | Filed under: Alimentazione,Salute

dormiremeglio.gif

La composizione di alcuni cibi, insieme ad alcuni inadeguati stili alimentari, sono la causa dei disturbi del sonno.
Le statistiche affermano che una persona ogni 5 soffre di qualche disturbo del sonno, specialmente la mancanza di un sonno che faccia recuperare le energie perse durante tutte le attività svolte nella giornata. L’insonnia e la mancanza di un sonno di qualità o insufficiente sono i disturbi più comuni. Le cause di questi disturbi sono molteplici, ma una su tante è legata all’alimentazione.
Oggi si sa che alcuni neurotrasmettitori (sostanze chimiche che modificano la trasmissione di un impulso tra i nervi o tra un nervo ed un muscolo¹) e alcuni ormoni sono responsabili del funzionamento del ciclo del sonno, e queste sostanze dipendono direttamente da alcuni nutrienti provenienti della nostra alimentazione. Per questo motivo l’ alimentazione ha influenza sulla qualità e sulla quantità del sonno nell’uomo.

Leggi tutto…

Che cos’è davvero la fame?

agosto 22, 2007 | Author: rosisella | Filed under: Alimentazione,Salute

frigofame.gif

La fame, parola così odiata da tutti quelli che sono perennemente attenti alla linea, è sicuramente il primo nemico delle diete. Ma in realtà si sa ben poco su questo fattore. Se ne parla poco, ma molti vogliono sapere come combatterla.
Anche se la fame è il grande nemico degli obesi e di tutte le persone che vogliono mantenersi in forma, specialmente di sesso femminile, è poco quello che si sa su questo argomento, quindi tante persone non sanno di cosa si tratta, da dove venga lo stimolo della fame e tantomento come si può controllarla. Il problema con la sensazione di fame è principalemtne la difficoltà di studiarla, poichè essa è soggettiva e non identificabile e molto variabile da una persona all’altra.
La sensazione di fame viene anche chiamata “oressia”, e la scienza che studia questo fattore si chiama “cronobiologia”, una disciplina scientifica molto giovane e poco conosciuta, che studia i fenomeni ritmati nel tempo. Lo studio si fa attraverso una scala di autovalutazione: il VAS (scala visuale analogica) e la CRONOVAS, con un punteggio dall’ 1 al 10, dove 1 indica l’assenza di fame e 10 il massimo della fame. Il metodo prende in considerazione il ritmo cardiaco e il ritmo sonno – veglia.
Ognuno di noi pensa di sapere che cosa è la fame, ma difficilmente potremmo dare una definizione chiara e precisa. Nell’uomo, a differenza degli animali, la fame si distingue dall’appetito. L’appetito è la sensazione di voler mangiare qualche cosa anche se si è pieni, mentre la fame è la sensazione fisiologica che allerta il nostro organismo del bisogno di energie e nutrienti per poter far funzionare la macchina perfetta che è il nostro corpo.
In teoria la sensazione fame-sazietà dovrebbe funzionare in equilibrio. La fame dovrebbe attivarsi quando il corpo ha bisogno di calorie e nutrienti e viceversa, ma in realtà è l’ essere umano che con le inadeguate abitudini alimentari ha rotto questo equilibrio con il mangiare senza fame. La sensazione di fame aumenta solitamente con l’aumento della massa grassa.

Leggi tutto…

Mangiare bene per vivere più a lungo

agosto 8, 2007 | Author: rosisella | Filed under: Alimentazione,Salute

Per anni l’umanità ha cercato la fonte dell’eterna bellezza e giovinezza, e si sono creati numerosi miti, storie, leggende metropolitane e fantasie su questo argomento, visto che tutti vorrebbero rimanere sani e giovani più a lungo possibile.

Purtroppo non esiste una sostanza magica o un rito da eseguire, tutto dipende del nostro stile di vita e soprattutto della nostra alimentazione.
Le persone più longeve studiate dalla scienza, risultano essere persone che hanno avuto durante la loro vita una combinazione di due fattori: una sana alimentazione e un sano stile di vita.
I fattori che predispongono al prematuro invecchiamento delle cellule sono invece il tabacco, le sigarette, l’ alcool, lo stress, un ritmo di vita troppo veloce, abitare in gradi città, le poche ore si sonno o un sonno insufficiente per il buon riposo, e inevitabilmente una inadeguata alimentazione (abuso dei fast food, di cibi grassi, di zuccheri e carboidrati semplici, pochi vegetali e frutta). Oltre all’ abuso di droghe che peggiorano la situazione cellulare del nostro organismo.

Leggi tutto…

Alcune ricette con omega-3 e omega-6

luglio 31, 2007 | Author: marzia | Filed under: Cucinare

Per assumere la giusta quantità di omega-3, bisognerebbe consumare regolarmente i cibi più ricchi di questo acido grasso, che sono il pesce (specialmente il salmone), la frutta secca come noci e mandorle, molti legumi e oli vegetali.

L’alimentazione odierna, che prevede circa 1800 kcal in media, richiederebbe 3 g di omega-3 e 12 g di omega-6 al giorno.

Vediamo qualche idea per consumare in maniera originale i cibi ricchi di omega-3 e omega-6.

Leggi tutto…

Linee guida per una sana alimentazione all’italiana.

luglio 26, 2007 | Author: rosisella | Filed under: Alimentazione,Salute

 

  1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo:

  • Il tuo peso dipende anche da te. Pesati almeno 1 volta al mese controllando che il tuo IMC sia nei limiti normali.

  • Qualora il tuo peso sia al di fuori dei limiti normali, riportalo gradualmente entro tali limiti

  • In caso di Obesità o soprappeso consulta il nutrizionista o dietista, riduci le “entrate” energetiche mangiando porzioni più piccole, preferendo sempre cibi di basso contenuto calorico e che saziano di più, come ortaggi e frutta, aumenta le “uscite” energetiche svolgendo una maggiore attività fisica e distribuisci opportunamente l’alimentazione lungo tutto l’arco della giornata a partire dalla prima colazione, che non deve essere trascurata.

  • In caso di sottopeso consulta il nutrizionista e comunque mantieni un giusto livello di attività fisica e un’alimentazione variata ed equilibrata, consumando tutti i pasti agli orari abituali.

  • Abituati a muoverti di più ogni giorno:cammina, sali e scendi le scale, svolgi piccoli lavori domestici, ecc.

  • Evita le diete squilibrate o molto drastiche del tipo “fai da te”, che possono essere dannose per la tua salute. Una buona dieta dimagrante deve sempre includere tutti gli alimenti in maniera quanto più possibile equilibrata.

Leggi tutto…

Salute

luglio 18, 2007 | Author: marzia | Filed under: Introduzioni

Una sezione per conoscere qualcosa in più sulla nostra salute. Uno sguardo tecnico al funzionamento del nostro organismo, scoprendo come l’alimentazione può influenzare e tutelare la nostra salute e il nostro benessere.

I temi più cercati affrontati in questa sezione sono l’anoressia , la fibra dietetica, il pericolo delle diete miracolose, la fame e di alimenti ritenuti buoni per la nostra salute come lo yogurt e il the verde

Il fumo, la nicotina e l’aumento di peso

luglio 13, 2007 | Author: rosisella | Filed under: Alimentazione

788537_cigarette.jpg

La mancanza di nicotina porta alla persona che smette di fumare momenti di ansia.

Il piacere derivante dal gesto di tenere una sigaretta in mano e portarla alla bocca viene quindi spesso sostituito dal piacere di mangiare. Inoltre, la nicotina è una sostanza che accellera leggermente il lavoro metabolico, quindi quando viene interrotto il suo apporto, gli ex fumatori tendono ad aumentare di peso. Ma è un aumento marginale, poichè si tratta di una variazione di peso che può andare dai 3 ai 5 kg, ma solo nel primo mese, e il processo poi si ferma.
Leggi tutto…