obesità

Rischi associati al sovrappeso: problemi alle articolazioni

ottobre 2, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

L’alimentazione, come noto, non riveste un ruolo di fondamentale importanza esclusivamente dal punto di vista nutrizionale, e nella fattispecie nella formazione della composizione corporea. In realtà tale materia riguarda un pò tutte le funzioni del corpo umano, sia direttamente che indirettamente.

Come tutti sappiamo le principali e più visibili conseguenze negative correlate alla malnutrizione per eccesso sono il sovrappeso e l’obesità. Questi si rilevano particolarmente pericolosi nell’ambito di problematiche cronico-degenerative e, nello specifico, malattie cardiovascolari e tumori.

Tuttavia occorre ricordare che, attraverso una sana e bilanciata nutrizione, è possibile effettuare un’azione preventiva a 360°, anche su funzioni corporee apparentemente poco correlate, come, ad esempio, il sistema muscolo- scheletrico. Leggi tutto…

Alterazioni del metabolismo e malattie

febbraio 22, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La scienza della nutrizione è divisa in diverse materie e diversi rami, dei quali la dietetica e l’educazione alimentare sono certamente quelli più noti. Tuttavia occorre anche ricordare altri settori che talvolta vengono considerati, ma che non sempre, facendo riferimento anche alla pratica clinica, vengono applicati.

Chi scrive questo articolo è un biologo nutrizionista, che nel corso dei propri studi ha avuto modo di approfondire diverse discipline scientifiche, di cui, probabilmente, la più ampia, ed al tempo stesso la più affascinante, è la biochimica. Questa materia è la base della biologia nutrizionale in quanto si occupa, tra le altre cose, dei vari processi metabolici che avvengono nel nostro organismo (si pensi ad esempio alla produzione di energia o all’utilizzazione della stessa, ma anche alla produzione di proteine plasmatiche o immunitarie).

Ogni via metabolica è caratterizzata da molteplici passaggi che, se alterati, possono non solo compromettere tale processo, ma anche altri ad esso correlati. Leggi tutto…

Il cibo come “arma psicologica”

gennaio 14, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Il problema del sovrappeso e dell’obesità, talvolta, non può essere certamente valutato esclusivamente dal punto di vista alimentare. Certamente spesso l’incremento ponderale procede di pari passo con l’aumento del consumo alimentare o con una scelta non adeguata di alimenti o abitudini che generano tale problema.

Molte volte, tuttavia, il problema va indagato più a fondo, in quanto esso può trarre origine sia da aspetti patologici (squilibri ormonali o malassorbimento) che da implicazioni psicologiche. Proprio per questi motivi risulta opportuno trattare problematiche di questo tipo in un contesto multidisciplinare che possa mettere in campo le competenze di più specialisti (es. dietista o nutrizionista, neuropsichiatra, gastroenterologo, endocrinologo, medico di base).

Ma perchè il cibo viene considerato come “un’arma psicologica” dal paziente che, spesso, riversa in esso stress e ansie? Molti studi sono stati condotti sull’argomento, e si è visto che il principale meccanismo che si viene ad instaurare è di tipo “compensatorio”. Ovvero il paziente sente la mancanza di qualcosa, che può essere un legame affettivo, una certezza, un lavoro o più semplicemente un bene materiale. Il cibo servirebbe, in qualche modo, a compensare tale carenza, introducendo nel nostro organismo qualcosa dall’esterno. Leggi tutto…

L’obesità infantile

dicembre 10, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

L’obesità infantile è probabilmente uno dei maggiori problemi collegati all’alimentazione e che destano preoccupazione per il futuro. I bambini sovrappeso o obesi sono sempre in numero sempre più considerevole e questo rappresenta certamente un dato allarmante. Questo fenomeno è computabile non solo alla diffusione di alimenti poco salutari, ma anche, e direi soprattutto, per il cambiamento dello stile di vita avvenuto negli ultimi anni che, se per i più grandi ha comportato uno stile di vita più sedentario, per i più piccoli, ha anche favorito il consumo di alimenti più facili che probabilmente sono più “comodi”, ma spesso anche più calorici.

L‘alimentazione dei bambini in realtà dovrebbe essere curata in ogni minimo particolare, a partire dalle abitudini familiari, ed arrivando alle mense scolastiche. Naturalmente in questo scenario non dovrebbe mai essere trascurato il ruolo dell‘educatore alimentare, che dovrebbe favorire la diffusione di messaggi salutistici efficaci sia per i bambini, ma anche per i più grandi. Leggi tutto…

Collegamenti tra obesità ed ipotiroidismo

dicembre 23, 2011 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

L’ipotiroidismo  è uno degli argomenti più studiati e certamente uno dei maggiori fattori di rischio candidato, in ambito clinico, all’insorgere di sovrappeso e, in secondo luogo, di obesità.

Per anni si è anche studiato il metabolismo basale quale possibile indicatore della funzionalità tiroidea (conoscendo la correlazione tra ormoni tiroidei e produzione di calore).

E’ innegabile che gli ormoni prodotti dalla tiroide (T3 e T4), agiscono a diversi livelli, specialmente per quel che riguarda il metabolismo e l’utilizzazione di substrati. Leggi tutto…

I diversi aspetti legati all’obesità

dicembre 13, 2011 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

L’obesità è una patologia tipicamente associata al cambiamento dello stile di vita che si è verificato negli ultimi decenni. In tal senso i fattori che hanno maggiormente influenzato questo processo di incremento ponderale e quindi di introito calorico sono la vita più sedentaria e la maggior disponibilità di alimenti, sempre più spesso incompleti o carenti dal punto di vista nutrizionale.

Il dato preoccupante, specialmente in Italia, è il costante aumento dell’indice di obesità infantile, e questo dato è particolarmente allarmante se si pensa che in fase di crescita, in presenza di un sovrappeso importante, anche gli organi vengono stressati oltremodo. Tuttavia c’è da dire che nel bambino è più semplice cambiare stile di vita o comportamento alimentare, mentre negli adulti questi processi risultano più complicati e molto spesso, una volta affrontate diete, seppur efficaci, il paziente riacquista peso.

Leggi tutto…

La steatosi, cos’è e come combatterla

dicembre 5, 2011 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

E’ ormai risaputo che un eccesso di grassi alimentari può favorire patologie cronico-degenerative, soprattutto cardiovascolari. La steatosi è un accumulo eccessivo di grassi in un organo, che normalmente ne contiene in quantità minori. L’organo che maggiormente viene interessato da questo fenomeno è certamente il fegato.

Un accumulo di grassi può portare diversi scompensi, per lo più a lungo termine. Infatti il tessuto epatico a lungo andare può andare incontro a degenerazioni strutturali e, conseguentemente, funzionali. Nello specifico è frequente la comparsa, in fase avanzata, di cicatrici (fibrosi e cirrosi).

L’accumulo lipidico può essere provocato da diverse cause. Quella più ovvia è una dieta iperlipidica (specialmente grassi saturi). In taluni soggetti, inoltre, a causa di squilibri ormonali, può essere favorito il rilascio di acidi grassi dai depositi cellulari (la steatosi non è necessariamente associata al sovrappeso). Inoltre può essere presente un’incrementata produzione di trigliceridi a livello metabolico o una loro ridotta demolizione.

Leggi tutto…

Il rischio oncogeno alimentare

novembre 30, 2011 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La malattie tumorali, come è tristemente noto, occupano un ruolo di primo piano per quel che riguarda il tasso di mortalità nel nostro Paese e non solo. Certamente molte sono le cause, ed ancora rimangono per lo più sconosciuti i vari meccanismi che portano alla loro manifestazione.

Alcuni tumori possono essere certamente combattuti anche con una sana alimentazione (si pensi soprattutto ai tumori del sistema digerente). Tuttavia, per nostra sfortuna ci sono anche molti altri agenti che favoriscono o meno l’insorgere di una lesione neoplastica.

Il rischio oncogeno alimentare, comunque, può essere classificato in vari modi:

Qualitativo: dovuto alla presenza di determinati agenti inducenti o promuoventi il processo tumorale, che possono essere composti cancerogeni diretti o indiretti. Possono essere presenti naturalmente nel cibo o svilupparsi a seguito di processi subiti dall’alimento (es. cottura)

Leggi tutto…

Approccio nutrizionale alla grande obesità

agosto 22, 2011 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La grande obesità è una questione da affrontare in un modo molto approfondito, per le notevoli implicazioni psico-patologiche che essa comporta. Un soggetto gravemente obeso presenta un valore di BMI (indice di massa corporea) superiore a 40 ed è fortemente predisposto all’insorgere di alterazioni cardiovascolari, con conseguenti complicanze aterosclerotiche.

Le problematiche metaboliche maggiormente riscontrate in questi soggetti sono l’iperglicemia, l’ipercolesterolemia, l’ipertrigliceridemia, l’ipertensione nonchè apnee notturne, insufficienza venosa agli arti inferiori e reflusso gastro-esofageo. Coloro i quali manifestano obesità grave per almeno dieci anni sono inoltre a rischio di cardiopatie di gravi entità. Leggi tutto…

La grande obesità

maggio 9, 2011 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Per grande obeso si intende un paziente il cui indice di massa corporea (peso (Kg) / altezza al quadrato (m)) è superiore a 40. Questa condizione è molto diffusa negli Stati Uniti, ma tuttavia, sempre più frequentemente, essa si registra anche in Italia. In caso di grave obesità naturalmente risulta notevolmente incrementato il rischio di incidenza di malattie quali la “sindrome metabolica” ed, in generale, di altre disfunzioni legate ad un alterato metabolismo dei grassi (ipercolesterolemia ed ipertrigliceridemia), di carboidrati (iperglicemia) o di malattie cardiovascolari (ipertensione o aterosclerosi). Altre sintomatologie associabili alla grande obesità sono il reflusso gastroesofageo, le apnee ostr

Risulta evidente quindi il bisogno di diete specializzate per queste condizioni, considerando soprattutto che i pazienti obesi possono riportaruttive e l’insufficienza venosa degli arti inferiori.e anche problemi psico-comportamentali ed, inoltre, sono abituati a consumare molte calorie giornaliere, motivo per il quale non è possibile seguire una dieta molto ipocalorica, specie nelle prime fasi, ma bensì il paziente deve ridurre le calorie gradualmente. Leggi tutto…

L’obesità: che cos’è e come va affrontata.

luglio 31, 2007 | Author: rosisella | Filed under: Alimentazione,Salute

Il problema dell’obesità si è trasformato in un problema di livello mondiale, non solo per i paesi sviluppati, ma anche per quelli più poveri, un problema che provoca problemi sanitari, sociali e di incremento della mortalità. Il numero di persone con obesità a livello mondiale è allarmante.

La prevalenza di casi si trova in aumento tanto in USA come in Europa. Secondo un studio della NHANES (National Health and Nutrition Examination Survey) negli Stati Uniti il 30% degli adulti oltre i 20 anni sono obesi. Nei paesi del Sudamerica il problema dell’Obesità sta crescendo a vista d’occhio, ed è già un problema di salute pubblica, mentre anche nei paese della UE i casi, anche se in minore percentuale che in USA, stanno aumentando in una maniera esagerata.

 

Il problema dell’ obesità si evidenzia ogni giorno, non solo in adulti ma anche nei bambini. Oggi abbiamo bambini meno attivi e sempre più obesi. Il problema del bambino obeso è purtroppo che diventerà un adulto obeso, cioè sarà un obeso cronico con l’ 80% di rischio di soffrire di malattie associate a questo problema di eccessivo accumulo di grasso corporeo, con un aumento del rischio di morte.

Leggi tutto…