latte

Alimenti per esigenze nutrizionali particolari

ottobre 7, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La ricerca scientifica in ambito alimentare è in continuo sviluppo ed espansione. In tal senso molte sono le innovazioni a disposizione delle industrie alimentari per produrre alimenti in grado di soddisfare particolari esigenze nutrizionali, che in passato non sempre trovavano risposta.

Cerchiamo in questo articolo di elencare brevemente alcuni dei prodotti dietetici che possono essere acqistati in negozi o farmacie.

Alimenti funzionali. Con tale termine si intendono alimenti che rappresentano una fonte concentrata di particolari nutrienti dimostratisi preziosi nella prevenzione di determinate patologie o adatti a mantenere specifici equilibri metabolici Leggi tutto…

Le proprietà nutrizionali della soia

settembre 4, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La soia è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle leguminose. Essa è molto utilizzata nelle diete vegetariane, anche più degli altri legumi, come fagioli, lenticchie, ceci e piselli..come mai?

La ragione principale, in tal senso, è l’elevata concentrazione di proteine. Si pensi, infatti che la soia è costituita per il 35% circa di proteine e per il 18% di olio (per questo motivo, infatti si definisce una leguminosa oleaginosa). Percentuali differenti sono quelle degli altri legumi che contengono solamente circa il 20-21% di proteine e concentrazioni ridottissime di grassi. Inoltre molto rilevante è anche il contenuto di potassio.

Una questione che viene spesso sollevata rispetto alle diete vegetariane è che la carne possiede proteine ad alto valore biologico (ovvero contenenti la maggior parte degli amminoacidi), mentre le proteine vegetali sono a basso valore biologico. Questo discorso non riguarda la soia, le cui proteine sono di qualità simile a quelle della carne. Leggi tutto…

Le vitamine del gruppo B

agosto 19, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Le vitamine del gruppo B sono idrosolubili e, quindi, possono essere facilmente eliminate con le urine, ma possono anche sciogliersi nell’acqua di cottura, se l’alimento è sottoposto a bollitura. Inoltre sono particolarmente sensibili a luce e calore.

Esistono diversi sottotipi di vitamina B, per questo motivo riteniamo utile un breve elenco che evidenzi, di ognuno, le principali caratteristiche.

Vitamina B1 (tiamina): svolge azioni benefiche sul sistema nervoso, in quanto contrasta l’accumulo di sostanze tossiche nelle cellule nervose. Inoltre svolge un ruolo fondamentale nel metabolismo glucidico e amminoacidico. Bisognerebbe assumerne circa 1-1,4 mg al giorno, consumando alimenti quali legumi, frutta secca, germe di cereali, frattaglie e patate. In caso di carenza si sviluppano alterazioni nervose, cardiache e dell’apparato digerente. Sindrome da carenza particolarmente grave è il beri-beri. Leggi tutto…

La dieta vegetariana: riflessioni

luglio 9, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Diete,Salute

Il tema della dieta vegetariana è uno dei più controversi in ambito nutrizionale. Numerosi sono gli studi, le scuole di pensiero e le opinioni che pongono questo argomento al centro dell’attenzione. Ciò che a differenza di altre tematiche contraddistingue tale argomento, è l’animosità con la quale spesso ci si confronta, cercando spesso di voler far prevalere a tutti i costi le proprie convinzioni.

Sinceramente, prima di parlare di questioni nutrizionali, parlerei di un aspetto più generale. Penso, e forse molti mi reputeranno eccessivamente diplomatico, che il vegetarianismo ed il veganismo siano scelte di vita personali e che vadano rispettate. Tuttavia reputo che si debba anche rispettare chi sceglie di consumare prodotti animali e derivati. Diciamo che sono per la libera e pacifica convivenza, motivo per il quale non reputo adeguati l’uso di aggressività e la mancanza di rispetto delle scelte altrui. Sarebbe opportuno sempre, in tal senso, mantenere toni pacifici al fine di favorire uno scambio di informazioni ed esperienze il più possibile costruttivo, tenendo presente che spesso i motivi che spingono verso il vegetarianismo sono “extra-nutrizionali”. Leggi tutto…

Lo zucchero più comune: il saccarosio

luglio 1, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Più volte ci si è soffermati sulla necessità di moderare l’assunzione di zuccheri, in quanto essi sono in grado di generare un’eccessiva risposta insulinica, ma anche di incrementare l’apporto calorico dell’alimento.

In linea di massima quello che si dovrebbe fare, in tal senso, è certamente moderare (non necessariamente eliminare!) il consumo di dolci e sostanze zuccherine (ad esempio bibite e cocktail), e di ridurre l’aggiunta manuale di zuccheri semplici  (es. nel caffè o nel latte).

Ma soffermiamoci oggi sulle caratteristiche del più comune zucchero da cucina: il saccarosio.

Esso è un disaccaride, ovvero è fomato da due molecole di zucchero: il glucosio ed il fruttosio. Ha una digeribilità elevata e, come è noto, ha la capacità di rendere più dolce il gusto degli alimenti nel quale è presente, grazie al suo buon potere dolcificante. Leggi tutto…

Lo zinco nella nutrizione umana

giugno 24, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Lo zinco è un sale minerale che, al contrario di altri nutrienti, è presente in piccole tracce nel corpo umano (circa 2 g). La sua localizzazione è principalmente nel muscolo, nelle ossa e nella cute.

Si stima che il fabbisogno giornaliero sia di circa 7,5-10 mg negli uomini e 5,5-7 mg nelle donne. Quest’ultimo valore aumenta di circa 5 mg nella fase dell’allattamento.

Le funzioni principali di questo nutriente sono legate alla sintesi degli acidi nucleici e delle proteine nel nostro organismo, in particolar modo per quel che concerne la differenziazione cellulare e la maturazione sessuale. Lo zinco inoltre facilità l’attività di molti enzimi ed, inoltre, svolge altre importanti funzioni a livello ormonale, immunitario e nella lotta ai radicali liberi. Lo zinco partecipa anche alla formazione della collagenasi (fondamentale per il metabolismo della matrice extracellulare), ai processi visivi ed ad altre importanti vie metaboliche (glicolisi e gluconeogenesi). Leggi tutto…

Intolleranza al lattosio: gestione e rimedi

novembre 21, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Come già accennato in altri articoli la tolleranza al latte, ed in particolar modo al lattosio,  può essere completa, parziale o nulla. Ciò dipende dall’azione di un enzima intestinale, la lattasi, deputato a scindere la molecola di lattosio in glucosio e galattosio. Questa funzione può essere anche alterata in presenza, ad esempio, di infiammazioni intestinali, anche transitorie.

Ogni organismo agisce a suo modo, ed ogni organismo reagisce quindi in modo caratteristico all’assunzione del lattosio. Certamente possono essere consumati validi sostituti del latte, alcuni più indicati, altri un pò meno. Leggi tutto…

Fonti proteiche alternative alla carne ed al pesce

novembre 14, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Diete,Salute

La carne ed il pesce, probabilmente, alimentano una delle più accese discussioni in ambito alimentare: quella riguardante la dieta vegetariana e/o vegana e la dieta tradizionale. Come si può evincere dai molteplici dibattiti, a volte anche al limite per quel che concerne i toni usati, spesso sull’argomento si crea un clima teso e personalmente, non per fare del buonismo, non ne capisco il motivo. Bisognerebbe, a mio avviso, semplicemente rispettare le opinioni e le abitudini altrui, aspetto questo forse troppo poco considerato anche nella vita di tutti i giorni.

In questo articolo cercherò semplicemente di elencare altre fonti proteiche che riescono ad ovviare (non sempre completamente) all’assenza di questi alimenti dalla nostra tavola.

Latte e latticini. Certamente rappresentano dal punto di vista proteico un ottimo alimento, in quanto, con la carne ed il pesce, sono la migliore fonte di proteine ad alto valore biologico (ovvero le sue proteine contengono tutti i 20 amminoacidi). Sono anche un’ottima fonte di sali minerali (specialmente calcio), ma da consumare con moderazione per l’alto contenuto di grassi saturi (specialmente i formaggi stagionati).

Uova. Sono caratterizzate da un alta concentrazione proteica (specialmente nell’albume), di alto valore biologico. Come nel caso dei latticini, questo alimento è caratterizzato da un alto contenuto di grassi saturi, motivo per il quale se ne consiglia il consumo una volta a settimana. Leggi tutto…

Gli amminoacidi ramificati

ottobre 22, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute,Sport

Gli amminoacidi ramificati sono sostanze organiche essenziali, ovvero il nostro organismo non è in grado di produrle. Sono tre: leucina, isoleucina e valina, vengono spesso indicati con la sigla BCAA (Branced-chain amino acids) e si caratterizzano per la loro struttura, che prevede uno scheletro carbonioso centrale e due catene laterali unite a questo.

L’attività di tali nutrienti è evidente soprattutto a livello muscolare: durante l’attività  fisica prolungata, infatti, il nostro organismo tende a consumare in maniera accentuata le proteine muscolari. Garantire quindi una adeguata concentrazione di amminoacidi, soprattutto ramificati, in tali circostanze, diventa utile al fine di evitare una riduzione della massa magra, e quindi un rallentamento del metabolismo basale: un fenomeno che, paradossalmente, con l’attività fisica cerchiamo in tutti i modi di evitare.

Inoltre l’eccessiva degradazione di amminoacidi ramificati a livello muscolare aumenta la concentrazione percentuale di amminoacidi aromatici, ed in particolar modo di triptofano che, a livello cerebrale, favorisce sonnolenza e perdita di attenzione: certamente questo aspetto è da evitare assolutamente negli atleti! Leggi tutto…

Fanno bene le fibre a colazione?

settembre 26, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Molto spesso i messaggi pubblicitari suggeriscono una prima colazione con cereali ricchi di fibre o integrali. Come spesso ho evidenziato una colazione dovrebbe sempre prevedere o latte o yogurt; questi sono alimenti ottimi dal punto di vista nutrizionale (contengono proteine ad alto valore biologico, grassi, vitamine, sali minerali e, in ridotte quantità, carboidrati) e di facile digeribilità. Ma, come analizzerò più dettagliatamente in seguito, è molto importante soprattutto in età adulta il contenuto in calcio.

Associando quindi al latte una fonte di carboidrati integrali o comunque arricchiti in fibre, si è sicuri di consumare una colazione nutrizionalmente completa (pane, biscotti o fette biscottate garantiscono la quota di carboidrati), ed inoltre il calcio del latte o dello yogurt, garantisce in età pediatrica, o in seguito a fratture, la mineralizzazione dell’osso e, in età adulta, previene l’osteoporosi.

Il problema in tal senso può essere rappresentato dal consumo delle fibre. Leggi tutto…

L’alimentazione negli adolescenti

giugno 29, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

L’adolescenza è probabilmente uno dei periodi più difficili della vita. Il ragazzo infatti vive in questa fase un periodo di “ribellione” e manifesta sempre più la voglia di indipendenza. Questo spesso comporta un contrasto soprattutto con i genitori e, specialmente nelle ragazze, si pensa che questo favorisca l’insorgere di disturbi del comportamento alimentare quali anoressia e bulimia. In questa fase l’accrescimento corporeo è molto evidente, motivo per il quale è importante garantire un’alimentazione sana ed equilibrata.

Certamente, oltre all’incremento del fabbisogno calorico, aumenta anche la necessità di introdurre alcuni micronutrienti: specialmente per le ragazze una calcificazione delle ossa inadeguata in questa fase, infatti, è un fattore predisponente per lo sviluppo di osteoporosi in menopausa. Inoltre a questa età l’inizio dei flussi mestruali richiede un apporto notevole di ferro.

Si consiglia quindi  un aumento del consumo di carne e pesce (fonti di proteine e ferro), latticini (fonti di calcio), frutta e verdura (vitamine e sali minerali). Leggi tutto…

Il gelato: valori nutrizionali uniti a tradizione e bontà

giugno 20, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Il gelato è certamente uno degli alimenti più consumati in estate, ma anche in altri periodi dell’anno. Nel nostro paese ha una tradizione antichissima: si pensa che già dai tempi dei Romani si consumavano bevande con ghiaccio, miele e succo di frutta.

Il metodo di produzione di questo alimento è rimasto piuttosto costante nel tempo: si mescola la crema base in un cilindro dalle pareti refrigerate; le parti della crema che rimangono attaccate alle pareti (e quindi gelate), vengono staccate e unite di nuovo alla miscela base che, gradualmente, diventerà sempre più fredda e assorbirà sempre più aria. Il persistere di questa lievitazione e di questo raffreddamento permetterà di ottenere il gelato vero e proprio.

Il gelato artigianale è probabilmente quello più consumato, sia per la gran disponibilità di gusti che ci sono a disposizione, sia perchè, a differenza dal gelato industriale, c’è una minor omogeneità di sapore, anche tra gli stessi gusti. Leggi tutto…

Problemi legati all’assunzione di latte

marzo 5, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Il latte è uno degli alimenti maggiormente presenti sulle nostre tavole e, generalmente è la componente principale della nostra colazione. Questo perchè possiede importanti proprietà nutrizionali: è un’importantissima fonte di proteine ad alto valore biologico (paragonabili a quelle della carne), di grassi (ridotti nel caso di latte parzialmente scremato o scremato), nonchè di carboidrati (lattosio) e microelementi (specialmente calcio e vitamina D).

Per convincersi ulteriormente di quanto detto, basti pensare al fatto che il latte è il primo alimento che viene dato al neonato e che esso viene fornito per tutta la prima fase di accrescimento. Molti personal trainer, ma anche esperti in nutrizione, suggeriscono, inoltre, il consumo di latte dopo l’esercizio fisico, in quanto esso è in grado di fornire e reintegrare tutti i nutrienti utilizzati nell’attività fisica.

Tuttavia e la digestione di questo alimento può non esser sempre ottimale, e molto spesso vengono riscontrati casi di intolleranza più o meno documentabili con l’avanzare degli anni.

Leggi tutto…

Il latte d’asina: proprietà e possibili indicazioni

febbraio 6, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Sempre più disfunzioni vengono scoperte col trascorrere del tempo e sempre più studi vengono effettuati riguardo alimenti che non vengono spesso consumati sulle nostre tavole, per non dire mai. Un caso esemplificativo è quello del latte d’asina.

Nelle prime fasi della vita di un bambino può accadere che il latte materno non risulta disponibile ed inoltre possono comparire molte disfunzioni e patologie, soprattutto di tipo allergico, che impediscono il consumo di latte bovino, motivi per i quali risulta necessario trovare delle valide alternative per garantire al bambino i sufficienti nutrienti necessari al suo accrescimento.

Il latte d’asina ha un contenuto di proteine e lattosio simile al latte materno, ed in particolare è presente un rilevante contenuto di amminoacidi essenziali. Inoltre il contenuto di acidi grassi è basso e di qualità. Infatti nel latte d’asina è presente un a buona quantità di acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi. Nello specifico in 100 g di latte d’asina sono presenti 74 mg di omega 3, contro i i 28 mg del latte bovino. Il latte d’asina contiene inoltre il lisozima, una sostanza antimicrobica che rende superflua la pastorizzazione.

Leggi tutto…