fibre

Le castagne

ottobre 30, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

In questo periodo dell’anno inizia a comparire sulle bancarelle dei mercati un tipo di frutto particolarmente gradito per il suo gusto dolce: la castagna. Come si sarà già certamente intuito, sia per il gusto che per il buon potere saziante, questo alimento è piuttosto diverso, a livello nutrizionale, dagli altri frutti.

Le castagne sono considerati frutti secchi. La famiglia di appartenenza è quella delle Fagaceae e la porzione commestibile è quella contenuta all’interno del riccio spinoso protettivo e della buccia liscia e dura di colore marrone scuro. I marroni, diversamente dalle castagne, hanno una dimensione maggiore, tanto è vero che all’interno del riccio si può trovare un solo marrone o diverse castagne.

Come già accennato, il potere calorico è piuttosto elevato rispetto agli altri frutti. Ciò è dovuto principalmente alla consistenza della castagna, costituita principalmente da carboidrati e, nello specifico, da amido. Tuttavia tra le proprietà nutrizionali è necessario anche ricordare la buona presenza di proteine vegetali, fibre, potassio, ferro e vitamine del gruppo B. Leggi tutto…

La pizza è inconciliabile con la dieta?

ottobre 11, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Pasta, pane, dolci..molti sono gli alimenti a cui i pazienti temono di dover fare a meno a seguito di una visita nutrizionale o, a prescindere, al fine di iniziare un percorso nutrizionale volto al dimagrimento. Ma davvero per perdere i chili di troppo occorre essere così drastici? Personalmente penso di no e reputo, altresì, che anche in un regime alimentare ipocalorico, ogni pasto della giornata debba garantire gli adeguati nutrienti richiesti dal nostro corpo, carboidrati compresi.

E la pizza?

La maggior parte dei pazienti che ho potuto visitare finora manifesta il desiderio di mantenere, all’interno della dieta che andrò a prescrivergli, un pasto libero, o comunque un momento della settimana in cui possano quantomeno allentare leggermente la loro “vigilanza nutrizionale”. In genere c’è un alimento che ben rappresenta tale necessità: la pizza. Leggi tutto…

Il cocomero

agosto 7, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Il cocomero (o anguria), insieme al melone, è probabilmente il frutto simbolo dell’estate; infatti esso raggiunge la piena maturazione nei mesi di luglio ed agosto. Ne esistono diverse varietà, e queste ne influenzano forma (ovale o sferica), colore della buccia esterna (verde più o meno acceso) e peso (un cocomero può arrivare anche a 20 kg di peso). La buccia esterna ha striature e chiazze giallastre, ed al tatto risulta dura e liscia. La polpa interna, invece, è rossa e presenta al suo interno semi bianchi, gialli e neri.

Il frutto, al contrario di quanto si possa pensare, ha un ridottissimo potere calorico, in quanto esso è costituito, principalmente, da acqua e fibre. Proprio per la presenza ingente di queste due componenti, l’anguria ben si presta a regimi dietetici ipocalorici, in quanto caratterizzata da un elevato potere saziante.

Inoltre il cocomero è una buona fonte di citrullina, che all’interno del nostro organismo è trasformata in arginina, che è deputata, tra l’altro, alla protezione dei tessuti cerebrali ed all’eliminazione delle sostanze azotate in eccesso. La rigenerazione dei tessuti corporei, inoltre, è favorita da un’altra funzione caratteristica dell’arginina: essa infatti stimola l’azione dell’ormone della crescita che, tra l’altro, ha un effetto ipoglicemizzante. Leggi tutto…

La dieta vegetariana: riflessioni

luglio 9, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Diete,Salute

Il tema della dieta vegetariana è uno dei più controversi in ambito nutrizionale. Numerosi sono gli studi, le scuole di pensiero e le opinioni che pongono questo argomento al centro dell’attenzione. Ciò che a differenza di altre tematiche contraddistingue tale argomento, è l’animosità con la quale spesso ci si confronta, cercando spesso di voler far prevalere a tutti i costi le proprie convinzioni.

Sinceramente, prima di parlare di questioni nutrizionali, parlerei di un aspetto più generale. Penso, e forse molti mi reputeranno eccessivamente diplomatico, che il vegetarianismo ed il veganismo siano scelte di vita personali e che vadano rispettate. Tuttavia reputo che si debba anche rispettare chi sceglie di consumare prodotti animali e derivati. Diciamo che sono per la libera e pacifica convivenza, motivo per il quale non reputo adeguati l’uso di aggressività e la mancanza di rispetto delle scelte altrui. Sarebbe opportuno sempre, in tal senso, mantenere toni pacifici al fine di favorire uno scambio di informazioni ed esperienze il più possibile costruttivo, tenendo presente che spesso i motivi che spingono verso il vegetarianismo sono “extra-nutrizionali”. Leggi tutto…

La pera

giugno 19, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La pera rappresenta probabilmente, assieme alla mela, il frutto più comune e gradito sulle nostre tavole. Essa è reperibile praticamente durante tutto l’anno, anche grazie all’elevato numero di specie esistenti (se ne contano circa un migliaio).

E’ caratterizzata da una forma allungata ed una buccia sottile, che varia nel colore a seconda della specie. Il frutto, in effetti può presentarsi giallo, verde, marrone e rossastro. La polpa invece è sempre granulosa, di colore biancastro edi gusto dolciastro.

La pera non differisce di molto dalle caratteristiche nutrizionali della mela. Nonostante il gusto particolarmente dolciastro,è caratterizzata da un apporto calorico piuttosto ridotto. Gli zuccheri che la compongono infatti, ed in particolar modo il fruttosio, garantiscono un elevato potere dolcificante. In generale, comunque, il frutto è piuttosto carente dal punto di vista nutritivo, ed è caratterizzato, seppur in concentrazioni piuttosto ridotte, dalla presenza di niacina, folato, potassio, magnesio, calcio e fibre. Leggi tutto…

Le carote: caratteristiche e proprietà

giugno 3, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Le carote sono ortaggi generalmente molto graditi, in quanto caratterizzate da un sapore dolciastro. Hanno origine asiatica ed in particolare sono il risultato dell’unione di due diverse specie. Della carota viene consumata la radice, di cui è tipica la forma allungata.  Tuttavia sia la forma che le dimensioni di questi ortaggi risultano variabili, a seconda della varietà. La polpa, invece, è solida e croccante. Generalmente vengono raccolte e consumate nel periodo primaverile-estivo, specialmente in alcune regioni italiane (Lazio, Abruzzo e Sicilia).
A livello nutrizionale la caratteristica principale è certamente il contenuto in beta-carotene (detta anche provitamina A). Le carote, in tal senso, rappresentano la principale fonte alimentare di questo nutriente. Tuttavia anche altri nutrienti sono contenuti in questi ortaggi, soprattutto zuccheri e sali minerali (calcio, fosforo, potassio e magnesio). Il potere calorico delle carote è piuttosto ridotto, anche grazie al contenuto in fibre. Leggi tutto…

La leggerezza e la bontà delle zucchine

maggio 25, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Le zucchine rappresentano i frutti immaturi di una pianta appartenente alle Cucurbitaceae. L’origine di questi ortaggi è risalente all’America centro-meridionale. La forma è piuttosto simile a quella dei cetrioli, ovvero allungata, mentre la buccia, anche considerando la varietà della zucchina, può essere verde o giallastra, con punti e sfumature biancastre. La polpa interna, invece, è di colore biancastro. Il periodo ottimale per la raccolta è quello estivo.

La caratteristica principale delle zucchine è il basso potere calorico. Infatti esse sono costituite principalmente da acqua e fibre, ma, tuttavia, possono essere registrate anche buone concentrazione di sali minerali (principalmente calcio, ferro, potassio e fosforo) e vitamine (beta-carotene e vitamina C). Inoltre esse risultano di facile digestione e tale caratteristica le rendono ideali ad ogni età. Leggi tutto…

Come combattere la voglia di dolci

maggio 23, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

I dolci, assieme agli alimenti ed ai condimenti eccessivamente grassi, rappresentano una delle maggiori insidie per la nostra linea. Ciò è dovuto al fatto che, oltre ad essere particolarmente appetitosi, concentrano moltissime calorie in un volume piuttosto ridotto. Il senso di sazietà, come noto, è un segnale inviato dallo stomaco quando esso risulta pieno di materiale: in tal senso, quindi, gli alimenti sopracitati dovrebbero essere assunti in modo piuttosto ingente prima di stimolare questo segnale.

Nella mia esperienza professionale ho registrato il fatto che molte persone non riescono a gestirsi pienamente dal punto di vista alimentare, e la voglia costante di dolci rappresenta, in tal senso, uno dei maggiori rischi. Spesso tale comportamento è ricollegabile ad aspetti psicologici come, ad esempio, alla necessità di colmare stati depressivi, sensi di solitudine o carenze di affetto e attenzione con cibi particolarmente gratificanti. Leggi tutto…

Proprietà e virtu dei peperoni

maggio 21, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

I peperoni rappresentano ortaggi di largo consumo, specialmente nel periodo estivo (da giugno a settembre). Appartengono alla famiglia delle Solenaceae e, in base alla loro varietà, possono essere di forma quadrangolare, allungata, conica o stretta. Anche il colore risente molto della varietà, ed, in effetti, si possono mangiare peperoni verdi, rossi o gialli. Il sapore dipende molto del grado di maturazione e, nello specifico, se l’ortaggio è colto prematuramente sarà particolarmente amaro, mentre, a maturazione completata, sarà di sapore dolciastro.

Nutrizionalmente parlando la caratteristica principale dei peperoni è l’elevato contenuto vitaminico, specialmente per quel che riguarda la vitamina A, la vitamina E e la vitamina C. Anche il contenuto in fibre è piuttosto elevato e ciò contribuisce a rendere il peperone un ortaggio dal basso contenuto calorico (circa 30 Kcal/100 g). E’ importante sottolineare, tuttavia, che tale valore è fortemente a rischio in presenza di cotture eccessivamente grasse o nei peperoni sott’olio. Questo “pericolo” è particolarmente evidente in determinate regioni d’Italia. Leggi tutto…

L’ortaggio tipico dei mesi caldi: l’insalata

maggio 10, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Con l’arrivo dei primi caldi, generalmente, si sente il bisogno di ridurre l’apporto calorico, privilegiando alimenti freschi e aumentando sensibilmente l’apporto idrico (se per l’inverno possono bastare 2 L di acqua giornalieri, in primavera-estate dovrebbero esserne garantiti almeno 2). Probabilmente gli alimenti maggiormente rappresentativi in tal senso sono l’insalata e la lattuga (questo nome dipende dal succo biancastro che fuoriesce una volta tagliata la foglia).

In realtà l’insalata viene coltivata per tutto l’anno, ma il periodo migliore per la raccolta è quello primaverile-estivo. Appartiene alla famiglia delle Asteraceae.

E’ caratterizzata da un bassissimo potere calorico, ed infatti essa è costituita principalmente da acqua, sali minerali (ferro e folati) e fibre. Occorre sempre sottolineare che il ferro derivante da prodotti vegetali è di minore biodisponibilità e, nel caso dell’insalata, anche di ridotta concentrazione. Leggi tutto…

Un tipico ortaggio primaverile: l’asparago

aprile 17, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

L’asparago è un ortaggio le cui origini risalgono addirttura all’epoca egizia. E’ la parte commestibile di una pianta erbacea perenne. La porzione edibile è piuttosto ridotta: la percentuale di scarto, in effetti è di circa il 45%. Ha una forma allungata ed è ricoperto da squame. Il periodo di raccolta ottimale è quello primaverile, da marzo a giugno, e, se non colto per tempo, risulta particolarmente duro e di difficile ingestione.

Di per sè l’asparago garantisce un ridotto apporto calorico, tuttavia questa caratteristica viene compromessa in presenza di condimenti eccessivamente grassi (si pensi al burro fuso ad esempio). E’ da segnalare, inoltre, il buon contenuto in fibre, calcio, fosforo e ferro.

Dalle caratteristiche nutrizionali sopraelencate si comprenderà che l’asparago contribuisce al mantenimento di un’efficace funzionalità intestinale, grazie alla presenza della fibra. Leggi tutto…

L’importanza dell’attività intestinale

marzo 4, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

L’attività intestinale è un argomento che talvolta fa sorridere e crea imbarazzo. Tuttavia essa ricopre una fondamentale importanza nella fisiologia umana. Come noto, rappresenta l’ultima fase della digestione e, attraverso essa, l’organismo si libera delle sostanze di rifiuto.

Proprio per la sua rilevante funzione, occorre mantenere ottimale la regolarità intestinale, e, nel caso ciò non possa essere garantita, potrebbe essere necessaria un’integrazione alimentare (sottoforma ad esempio di fibre, prebiotici o probiotici), volta a supportare la microflora intestinale, ma anche a regolare la consistenza delle feci. Queste infatti devono risultare morbide, sia per permettere una adeguata evacuazione, sia per evitare, nel caso di eccessiva permanenza nel tratto intestinale, che esse possano provocare gravi perforazioni con deleterie conseguenze sull’intero organismo. Leggi tutto…

Fanno bene le fibre a colazione?

settembre 26, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Molto spesso i messaggi pubblicitari suggeriscono una prima colazione con cereali ricchi di fibre o integrali. Come spesso ho evidenziato una colazione dovrebbe sempre prevedere o latte o yogurt; questi sono alimenti ottimi dal punto di vista nutrizionale (contengono proteine ad alto valore biologico, grassi, vitamine, sali minerali e, in ridotte quantità, carboidrati) e di facile digeribilità. Ma, come analizzerò più dettagliatamente in seguito, è molto importante soprattutto in età adulta il contenuto in calcio.

Associando quindi al latte una fonte di carboidrati integrali o comunque arricchiti in fibre, si è sicuri di consumare una colazione nutrizionalmente completa (pane, biscotti o fette biscottate garantiscono la quota di carboidrati), ed inoltre il calcio del latte o dello yogurt, garantisce in età pediatrica, o in seguito a fratture, la mineralizzazione dell’osso e, in età adulta, previene l’osteoporosi.

Il problema in tal senso può essere rappresentato dal consumo delle fibre. Leggi tutto…

La fibra, un utile strumento per la nostra dieta

febbraio 10, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La fibra, come probabilmente molti sapranno, è l’insieme delle sostanze prive di valori nutritivi, ma che svolgono attività preziose. La fibra svolge infatti due principali funzioni: una a livello gastrico, una a livello intestinale.

Nello stomaco, la fibra ha la proprietà di assorbire acqua ed aumentare, di conseguenza, il volume del cibo nello stomaco, e quindi, il senso di sazietà. Le pareti dello stomaco infatti, se sollecitate dall’eccessivo volume alimentare, danno segnale al cervello che inibisce, tramite la sensazione di sazietà, l’ingresso di nuovo cibo. Questo aspetto è molto utile nei casi di obesità e sovrappeso.Nell’intestino invece avviene una stimolazione della peristalsi (movimento del materiale alimentare nell’intestino) attraverso la sollecitazione delle pareti intestinali. Quest’ultimo aspetto è ovviamente utile nei casi di stipsi o irregolarità intestinale.

Il fabbisogno giornaliero di fibra si aggira intorno ai 30 g, ma questa quantità è da rapportare allo stato di salute, alla capacità digestiva ed alla tolleranza del paziente. Leggi tutto…