digestione

La zucca

settembre 23, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La zucca è uno degli ortaggi che in questo periodo iniziano a comparire sulle tavole degli italiani. Specialmente negli ultimi anni, in tal senso, il suo consumo sembra essere diventato ancora più frequente, sia a causa dei numerosi modi con cui essa può essere preparata (ad esempio sottoforma di risotto o lessata),  sia per la conoscenza delle proprietà nutrizionali che sono state sempre più approfonditamente descritte.

La zucca appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae e le varietà di questo ortaggio differiscono tra loro per dimensioni (tendenti comunque allo sferico) e per colore (prevalentemente giallo-arancio). Anche la buccia può essere variabile, in quanto può essere sia liscia che rugosa.

I valori nutrizionali della zucca sono piuttosto rilevanti, in quanto essa rappresenta un’ottima fonte di vitamina A (utile fondamentalmente per la rigenerazione cellulare, soprattutto a livello epiteliale, e la funzione visiva, specie di notte), ma anche di sostanze antiossidanti e sali minerali, tra i quali si ricordi soprattutto il potassio. Leggi tutto…

Mangiare di fretta favorisce il sovrappeso?

settembre 20, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

A volte si ingrassa per motivi che, soltanto apparentemente ed erroneamente, si ritengono di secondaria importanza. Spesso, durante le mie visite, mi trovo a dover evidenziare errati comportamenti alimentari del paziente , noti e non.

Il mondo va di fretta e per questo motivo si pensa sempre più a quello che bisognerà fare, piuttosto che a ciò che si sta facendo in un determinato momento. L’alimentazione, ahimè, in tal senso, è uno degli aspetti più trascurati della nostra vita, e, nello specifico, la buona e sana alimentazione.

Sempre più spesso, anche a causa di motivi lavorativi o organizzativi, ci si trova a mangiare rapidissimamente i propri pasti: ma questo, a lungo andare, ci fa bene?

Molti studi sembrano testimoniare che non solo il mangiare veloce rende più difficoltosa la digestione (la masticazione è molto trascurata), ma addirittura favorisce un incremento ponderale a causa di una superiore ingestione di cibo. In effetti si è stabilito che lo stomaco, in condizioni standard, impiegherebbe circa 20 minuti a trasmettere al cervello lo stimolo di sazietà. Riuscite ad immaginare quante pietanze, e di conseguenza calorie, si possono mangiare in 20 minuti, e, per aggiunta, con un’assunzione veloce? Leggi tutto…

L’ingordo..

luglio 17, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Più volte, anche in questo sito, si è evidenziata l’importanza dei fattori psicologici nel contesto nutrizionale. Alcune componenti caratteriali, infatti, non solo influenzano il rapporto con gli altri, ma anche quello con il cibo. Analizziamo nello specifico una fattispecie particolarmente diffusa: quella dell’ingordigia.

E’ interessante in tal senso analizzare le ipotesi proposte da esperti psicologi che potrebbero chiarire i fattori in gioco in questo contesto.

Innanzitutto è utile premettere una cosa: mangiare con ingordigia non è assolutamente un aspetto positivo per la nostra salute, soprattutto per la nostra digestione: nello specifico con una masticazione poco curata, il nostro organismo, e lo stomaco in primis, si affatica sensibilmente ed, a lungo andare, si creano fattori stressanti difficili da arginare. Leggi tutto…

Le funzioni dello stomaco

aprile 19, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Lo stomaco è un fondamentale organo del’apparato digerente. Esso svolge molteplici funzioni, motivo per il quale una sua alterazione comporterebbe danni rilevanti al processo digestivo e, conseguentemente, all’intero organismo.

Rappresenta il principale “serbatoio” alimentare, in quanto il cibo viene depositato all’interno di esso e vi permane per un paio di ore. Inoltre è in grado di distendersi a seconda del volume occupato dal bolo alimentare e conferire, eventualmente, il senso di sazietà.  Le fibre muscolari che lo circondano ne permettono una buona mobilità, necessaria per mantenere un’efficace peristalsi (movimenti che permettono il flusso del materiale alimentare nel sistema digerente).

Inoltre lo stomaco secerne il succo gastrico, una soluzione di molteplici sostanze prodotte al suo interno. Queste sono le cellule coinvolte nella produzione gastrica (2-3 l al giorno): Leggi tutto…

Stanchezza e apatia possono dipendere dall’alimentazione?

aprile 10, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

L’errata alimentazione viene spesso considerata la causa principale del sovrappeso e di malattie associabili a disfunzioni metabolico-ormonali come diabete, ipercolesterolemia o problematiche digestive.

Non sono certo il primo a dire che, in prima istanza, un’inadeguata alimentazione comporta un peggioramento dei valori ematici che, se registrati in tempo, rappresentano un campanello d’allarme per prevenire sintomatologie e malattie. Si è più volte evidenziata in tal senso l’importanza di acquisire un’adeguata filosofia di vita volta ad attuare i giusti comportamenti e ad esaltare l’importanza della prevenzione.

Tuttavia spesso si trascura che anche altre sintomatologie, non necessariamente gravi, possono essere associate ad un errato comportamento alimentare. E’ certamente questo il caso di stanchezza ed apatia: pasti eccessivamente grassi o comunque ipercalorici possono compromettere un’adeguata digestione e contribuire certamente al senso di pesantezza post-prandiale. Leggi tutto…

L’importanza di superare le proprie paure

aprile 4, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Ogni esperto operante nel settore sanitario può testimoniare che molti pazienti avvertono una sorta di repulsione nei confronti dei camici o, in generale, di figure specialistiche.

Questo solo apparentemente può risultare una nota di margine, priva di importanza. Infatti si potrà facilmente intuire che questi atteggiamenti possono favorire una visione superficiale del proprio stato di salute e degli eventuali sintomi che generalmente vengono registrati, ma raramente confidati a medici di base o specialisti.

Non sono certo il primo a dire “prevenire è meglio che curare”: questa tuttavia non è una frase retorica, bensì una modalità di approccio che, a mio avviso, può difenderci da molte situazioni spiacevoli, anche gravi. Però è vero anche che non occorre neanche generare allarmismi eccessivi e quindi favorire  uno stato di agitazione che impedirebbe di affrontare la situazione con la necessaria lucidità. Leggi tutto…

L’importanza dell’attività intestinale

marzo 4, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

L’attività intestinale è un argomento che talvolta fa sorridere e crea imbarazzo. Tuttavia essa ricopre una fondamentale importanza nella fisiologia umana. Come noto, rappresenta l’ultima fase della digestione e, attraverso essa, l’organismo si libera delle sostanze di rifiuto.

Proprio per la sua rilevante funzione, occorre mantenere ottimale la regolarità intestinale, e, nel caso ciò non possa essere garantita, potrebbe essere necessaria un’integrazione alimentare (sottoforma ad esempio di fibre, prebiotici o probiotici), volta a supportare la microflora intestinale, ma anche a regolare la consistenza delle feci. Queste infatti devono risultare morbide, sia per permettere una adeguata evacuazione, sia per evitare, nel caso di eccessiva permanenza nel tratto intestinale, che esse possano provocare gravi perforazioni con deleterie conseguenze sull’intero organismo. Leggi tutto…

Il pranzo di nozze

marzo 2, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Il matrimonio è certamente uno dei momenti di maggiore felicità nell’arco della nostra vita. Il pranzo o la cena, dopo la cerimonia ovviamente, è il momento più caratteristico di questi eventi. Personalmente in questi casi non consiglio di “stare attenti” a ciò che si mangia: conferisco all’alimentazione, infatti, anche un importante significato dal punto di vista sociale, quale occasione di aggregazione e, come in questo caso, di festa.

Partiamo da un presupposto a mio avviso fondamentale: per ingrassare di 1 kg occorre ingerire circa 7000 KCal in più rispetto al fabbisogno energetico personale (naturalmente si intendono anche 7000 KCal ingerite gradualmente). Questo quantitativo è generalmente di difficile raggiungimento, specialmente nel caso in cui si è abituati a mantenere un adeguato regime alimentare, che, in un certo senso, non permette allo stomaco di accogliere eccessivo materiale. Si pensa inoltre che l’intestino maturi, con la normale alimentazione quotidiana, una determinata capacità assorbitiva e che quindi, in presenza di eccessivo chilo (il materiale alimentare giunto alll’intestino), si predilige l’espulsione in feci. Leggi tutto…

I pericoli dei “pasti veloci”

febbraio 20, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Più volte si è evidenziato come i “pasti veloci” o, comunque, il poco tempo che si dedica alla sana e buona alimentazione, possa apportare minimi vantaggi a breve termine (si parla solo di guadagni di tempo), se si rapportano alle pericolose controindicazioni che potrebbero svilupparsi a luingo andare, specialmente se tali comportamenti sono abitudinari.

Ma quali sono effettivamente i rischi in tal senso?

Certamente si possono scindere tre aspetti: uno prettamente nutrizionale, uno di natura fisiologica ed un altro sociale.

Un piatto consumato in fretta, magari acquistato in un bar o in un fast food, è spesso sconosciuto sia dal punto di vista nutrizionale sia, talvolta, da quello igienico. Concentriamoci però sulla prima problematica. Molto spesso, senza accorgersene, ci si ritrova a consumare alimenti ipercalorici, in quanto essi possono contenere molti grassi di condimento, ma anche zuccheri semplici. Si pensi ad esempio all’uso intenso di salse nei fast-food (si leggano gli ingredienti in tal senso). I grassi, inoltre, hanno uno scarso potere saziante, a fronte di un notevole contenuto calorico (chi direbbe che un cucchiaino di olio può contenere circa 40 KCal?). Leggi tutto…

Intestino tenue e intestino crasso

ottobre 29, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

L’intestino è l’organo volto a completare la digestione del materiale arrivato dallo stomaco, a riassorbire i nutrienti ottenuti dagli alimenti (acqua compresa), e ad eliminare i materiali di rifiuto con le feci.

Per completare la digestione e favorire il riassorbimento dei nutrienti, ridotti nella loro forma più elementare, sono necessarie alcune sostanze: il succo enterico, il succo pancreatico e la bile. Questi completano la digestione grazie all’azione di alcuni enzimi, capaci di scindere i macronutrienti (es. lattasi e lipasi enterica nel succo enterico, tripsina e lipasi pancreatica nel succo pancreatico), di contrastare l’acidità proveniente dallo stomaco (azione svolta dalla bile), e favorire il movimento intestinale (chiamato peristalsi), volto a favorire meccanicamente il riassorbimento.

La digestione e l’assorbimento avviene nell‘intestino tenue (la prima porzione), che presenta una struttura caratteristica costituita da estroflessioni, chiamate villi e microvilli. Questi elementi aumentano di molto la capacità assorbente, basti pensare che la superficie disponibile all’assorbimento equivale a quella di un campo da tennis! L’assorbimento può essere completato con la circolazione sanguigna, con la circolazione linfatica o per diffusione semplice. Leggi tutto…

Cenni sulla digestione

marzo 1, 2011 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La digestione è un insieme di processi chimico-meccanici che avviene nel nostro organismo a seguito dell’ingestione di alimenti. Essa è finemente regolata da ormoni e dal sistema nervoso. Il suo scopo è quello di ridurre notevolmente le dimensioni degli alimenti per renderli, in questo modo, solubili in acqua. Essa inizia nella bocca, attraverso la quale vengono immessi gli alimenti nel tubo digerente, e dopo il loro passaggio attraverso il tubo digerente (esofago, stomaco, intestino) essi vengono espulsi a livello dell’ano.

Nella bocca avvengono i seguenti processi:

- introduzione del cibo;

- masticazione (il cibo viene sminuzzato);

- insalivazione (per proteggere la bocca e rendere solubile il cibo);

- deglutizione (passaggio nell’esofago del bolo alimentare). Leggi tutto…