calcio

Le melanzane: proprietà nutrizionali

giugno 28, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Le melanzane sono ortaggi piuttosto frequente nelle nostre tavole: la coltivazione in campi aperti avviene infatti d’estate, ma la lavorazione in serra, invece, è continuativa e quindi sono presenti sul mercato in ogni periodo dell’anno.

Le melanzane appartengono alla famiglia delle Solenacee e le origini delle piante sono asiatiche. Molte sono le varietà disponibili e ciò si può verificare osservando le diverse forme che questi ortaggi possono assumere (tonda, ovale, allungata). Il colore è viola (più o meno acceso) e la polpa interna invece è biancastra e carnosa.

Le melanzane non apportano molte calorie ai nostri pasti, in quanto sono caratterizzate principalmente da un alto quantitativo d’acqua, ma sono presenti anche potassio, fosforo, calcio. Leggi tutto…

La pera

giugno 19, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La pera rappresenta probabilmente, assieme alla mela, il frutto più comune e gradito sulle nostre tavole. Essa è reperibile praticamente durante tutto l’anno, anche grazie all’elevato numero di specie esistenti (se ne contano circa un migliaio).

E’ caratterizzata da una forma allungata ed una buccia sottile, che varia nel colore a seconda della specie. Il frutto, in effetti può presentarsi giallo, verde, marrone e rossastro. La polpa invece è sempre granulosa, di colore biancastro edi gusto dolciastro.

La pera non differisce di molto dalle caratteristiche nutrizionali della mela. Nonostante il gusto particolarmente dolciastro,è caratterizzata da un apporto calorico piuttosto ridotto. Gli zuccheri che la compongono infatti, ed in particolar modo il fruttosio, garantiscono un elevato potere dolcificante. In generale, comunque, il frutto è piuttosto carente dal punto di vista nutritivo, ed è caratterizzato, seppur in concentrazioni piuttosto ridotte, dalla presenza di niacina, folato, potassio, magnesio, calcio e fibre. Leggi tutto…

Le carote: caratteristiche e proprietà

giugno 3, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Le carote sono ortaggi generalmente molto graditi, in quanto caratterizzate da un sapore dolciastro. Hanno origine asiatica ed in particolare sono il risultato dell’unione di due diverse specie. Della carota viene consumata la radice, di cui è tipica la forma allungata.  Tuttavia sia la forma che le dimensioni di questi ortaggi risultano variabili, a seconda della varietà. La polpa, invece, è solida e croccante. Generalmente vengono raccolte e consumate nel periodo primaverile-estivo, specialmente in alcune regioni italiane (Lazio, Abruzzo e Sicilia).
A livello nutrizionale la caratteristica principale è certamente il contenuto in beta-carotene (detta anche provitamina A). Le carote, in tal senso, rappresentano la principale fonte alimentare di questo nutriente. Tuttavia anche altri nutrienti sono contenuti in questi ortaggi, soprattutto zuccheri e sali minerali (calcio, fosforo, potassio e magnesio). Il potere calorico delle carote è piuttosto ridotto, anche grazie al contenuto in fibre. Leggi tutto…

La leggerezza e la bontà delle zucchine

maggio 25, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Le zucchine rappresentano i frutti immaturi di una pianta appartenente alle Cucurbitaceae. L’origine di questi ortaggi è risalente all’America centro-meridionale. La forma è piuttosto simile a quella dei cetrioli, ovvero allungata, mentre la buccia, anche considerando la varietà della zucchina, può essere verde o giallastra, con punti e sfumature biancastre. La polpa interna, invece, è di colore biancastro. Il periodo ottimale per la raccolta è quello estivo.

La caratteristica principale delle zucchine è il basso potere calorico. Infatti esse sono costituite principalmente da acqua e fibre, ma, tuttavia, possono essere registrate anche buone concentrazione di sali minerali (principalmente calcio, ferro, potassio e fosforo) e vitamine (beta-carotene e vitamina C). Inoltre esse risultano di facile digestione e tale caratteristica le rendono ideali ad ogni età. Leggi tutto…

Proprietà e virtù del kiwi

aprile 24, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Il kiwi è un frutto di origine orientale (proviene principalmente dalla Cina), ma, con il passare del tempo, è diventato molto comune sulle nostre tavole (ed in particolar modo in alcune regioni italiane, Piemonte e Veneto in primis). E’ un alimento di forma ovale e caratterizzato da una buccia pelosa e sottile, da una polpa verdastra, con un cuore bianco, circondato da semetti neri.

Il gusto del kiwi varia molto a seconda della maturazione: se il frutto viene consumato prima del dovuto risulta particolarmente acidulo, mentre, a maturazione ultimata è particolarmente gradevole e dolciastro.

Due sono le principali proprietà nutrizionali che caratterizzano il kiwi: il contenuto in vitamina C e in fibra. Leggi tutto…

Un tipico ortaggio primaverile: l’asparago

aprile 17, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

L’asparago è un ortaggio le cui origini risalgono addirttura all’epoca egizia. E’ la parte commestibile di una pianta erbacea perenne. La porzione edibile è piuttosto ridotta: la percentuale di scarto, in effetti è di circa il 45%. Ha una forma allungata ed è ricoperto da squame. Il periodo di raccolta ottimale è quello primaverile, da marzo a giugno, e, se non colto per tempo, risulta particolarmente duro e di difficile ingestione.

Di per sè l’asparago garantisce un ridotto apporto calorico, tuttavia questa caratteristica viene compromessa in presenza di condimenti eccessivamente grassi (si pensi al burro fuso ad esempio). E’ da segnalare, inoltre, il buon contenuto in fibre, calcio, fosforo e ferro.

Dalle caratteristiche nutrizionali sopraelencate si comprenderà che l’asparago contribuisce al mantenimento di un’efficace funzionalità intestinale, grazie alla presenza della fibra. Leggi tutto…

Merluzzo e nasello

febbraio 4, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Il merluzzo ed il nasello rappresentano, probabilmente, i due pesci più consumati sulle tavole italiane. Essi possono essere, infatti, facilmente reperibili durante tutto l’anno, in particolar modo nel periodo marzo-aprile.

Le caratteristiche nutrizionali sono piuttosto simili e queste ne rendono possibile, e auspicabile, il consumo anche due o tre volte a settimana: tale frequenza equivale a quella consigliata settimanalmente per il pesce.

Le carni di merluzzo e nasello sono piuttosto magre, e, se non condite in modo eccessivamente grasso, anche di facile digeribilità. Buona è la concentrazione di proteine, ma anche quella di acidi grassi polinsaturi (positivi per la prevenzione di patologie cardiovascolari), e sali minerali (fosforo, iodio, calcio e ferro).

Leggi tutto…

La dieta dei monaci buddisti

gennaio 28, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Diete,Salute

In questo periodo si ripropone ogni anno il problema dell’eliminazione dei chilogrammi in eccesso accumulati durante le feste natalizie. Nonostante, come credo si sia capito piuttosto chiaramente, gli articoli di questo sito si collegano in maggior parte ai principi ed agli alimenti tipici della dieta mediterranea, penso possa essere utile analizzare, nel modo più oggettivo e super-partes possibile, le varie diete promosse nei mass-media o nella comunicazione scientifica.

Quest’anno sembra aver guadagnato molto risalto la cosiddetta “dieta dei monaci buddisti”. Questa può essere articolata in due modi: o a base, quasi esclusivamente, di riso, verdura e frutta, o sfruttando ogni giorno le proprietà antiossidanti di una tisana che prevede un mix, tra l’altro, di aloe, citronella e the verde. Nel secondo caso si può mangiare tutto a volontà.

Questa dieta sembrerebbe garantire ottimi risultati a breve termine, in quanto si reputa possibile una perdita di 4-5 kg in una settimana. Leggi tutto…

Fanno bene le fibre a colazione?

settembre 26, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Molto spesso i messaggi pubblicitari suggeriscono una prima colazione con cereali ricchi di fibre o integrali. Come spesso ho evidenziato una colazione dovrebbe sempre prevedere o latte o yogurt; questi sono alimenti ottimi dal punto di vista nutrizionale (contengono proteine ad alto valore biologico, grassi, vitamine, sali minerali e, in ridotte quantità, carboidrati) e di facile digeribilità. Ma, come analizzerò più dettagliatamente in seguito, è molto importante soprattutto in età adulta il contenuto in calcio.

Associando quindi al latte una fonte di carboidrati integrali o comunque arricchiti in fibre, si è sicuri di consumare una colazione nutrizionalmente completa (pane, biscotti o fette biscottate garantiscono la quota di carboidrati), ed inoltre il calcio del latte o dello yogurt, garantisce in età pediatrica, o in seguito a fratture, la mineralizzazione dell’osso e, in età adulta, previene l’osteoporosi.

Il problema in tal senso può essere rappresentato dal consumo delle fibre. Leggi tutto…

Carie: origine e consigli

luglio 9, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La carie è una infezione di origine batterica provocata dal proliferare dei batteri residenti sullo smalto dentale (placca batterica), che ricavano nutrimento dal cibo rimasto tra i denti. I substrati principalmente utilizzati dai microrganismi sono gli zuccheri, che vengono convertiti in acido lattico. Certamente il rischio di sviluppare la carie nel cavo orale aumenta proporzionalmente alla durata del periodo in cui i residui alimentari rimangono tra i denti. Per questo motivo è necessario mantenere pulito l’ambiente orale, lavando accuratamente i denti ed usando il filo interdentale.

Affrontiamo questo argomento dal punto di vista nutrizionale, cercando di fornire consigli utili al fine di prevenire questa problematica.

Ridurre il consumo di zuccheri non è facile, in quanto occorre tenere presente che essi non si trovano esclusivamente nello zucchero da cucina (saccarosio), ma anche nei dolci, in alcuni preparati da forno, nonchè nelle bibite.

Certamente la carie dentale non è provocata esclusivamente dagli zuccheri semplici, ma anche dai carboidrati complessi. Come già accennato in precedenza non è necessario ridurre il consumo di carboidrati, ma occorre lavare accuratamente il cavo orale dopo aver mangiato. Leggi tutto…

L’alimentazione negli adolescenti

giugno 29, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

L’adolescenza è probabilmente uno dei periodi più difficili della vita. Il ragazzo infatti vive in questa fase un periodo di “ribellione” e manifesta sempre più la voglia di indipendenza. Questo spesso comporta un contrasto soprattutto con i genitori e, specialmente nelle ragazze, si pensa che questo favorisca l’insorgere di disturbi del comportamento alimentare quali anoressia e bulimia. In questa fase l’accrescimento corporeo è molto evidente, motivo per il quale è importante garantire un’alimentazione sana ed equilibrata.

Certamente, oltre all’incremento del fabbisogno calorico, aumenta anche la necessità di introdurre alcuni micronutrienti: specialmente per le ragazze una calcificazione delle ossa inadeguata in questa fase, infatti, è un fattore predisponente per lo sviluppo di osteoporosi in menopausa. Inoltre a questa età l’inizio dei flussi mestruali richiede un apporto notevole di ferro.

Si consiglia quindi  un aumento del consumo di carne e pesce (fonti di proteine e ferro), latticini (fonti di calcio), frutta e verdura (vitamine e sali minerali). Leggi tutto…

Ruolo e metabolismo della vitamina D

giugno 13, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La vitamina D è un micronutirente di tipo liposolubile (ovvero solubile nei grassi e non nell’acqua).  Esistono diverse forme di vitamina D (D1, D2, D3, D4, D5). Tuttavia le due forme più importanti sono la D2 e la D3. La D2, detta anche calciferolo, si forma a partire dall’ergosterolo che è uno sterolo di orgine vegetale, mentre la D3, nota anche come colecalciferolo, si forma dal colesterolo. La provitamine possono essere attivate a vitamina D esclusivamente a seguito dell’esposizione solare.

La funzione principale della vitamina D è la regolazione dell’assorbimento intestinale del calcio e la sua fissazione a livello osseo. Inoltre è un’importante regolatrice della concentrazione plasmatica del calcio.

Il fabbisogno giornaliero di colecalciferolo è di 5 microgrammi al giorno, dose che può essere facilmente raggiunta con un’adeguata dieta varia e, non secondariamente, con un’adeguata esposizione alla luce solare. Questo aspetto è da tenere maggiormente in considerazione in età avanzata (quando si è esposti all’osteoporosi), o in caso di problemi ossei. Leggi tutto…