attività fisica

Tirare le somme dall’estate

ottobre 14, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Come ogni anno, in questo periodo si tirano le somme dalla stagione estiva ed in tal senso si possono distinguere due diverse casistiche: i pazienti possono sostenere di aver incrementato sensibilmente l’attività fisica temporaneamente o, altrimenti, confessano di “essersi lasciati andare” ed aver leggermente abusato in pranzi o cene abbondanti ed essersi dati alla cosiddetta “bella vita”.

Sarebbe opportuno, in ogni caso, considerare esclusivamente il periodo appena trascorso come una parentesi rispetto all’intero anno solare, durante il quale, effettivamente, vengono consolidate le abitudini alimentari di ognuno.

Credo che effettivamente occorra lavorare principalmente sui comportamenti condotti quotidianamente, attribuendo all’educazione alimentare un importante ruolo, considerandola come una fondamentale componente della cultura individuale, utile al fine di salvaguardare lo stato di salute generale. Leggi tutto…

Rischi associati al sovrappeso: problemi alle articolazioni

ottobre 2, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

L’alimentazione, come noto, non riveste un ruolo di fondamentale importanza esclusivamente dal punto di vista nutrizionale, e nella fattispecie nella formazione della composizione corporea. In realtà tale materia riguarda un pò tutte le funzioni del corpo umano, sia direttamente che indirettamente.

Come tutti sappiamo le principali e più visibili conseguenze negative correlate alla malnutrizione per eccesso sono il sovrappeso e l’obesità. Questi si rilevano particolarmente pericolosi nell’ambito di problematiche cronico-degenerative e, nello specifico, malattie cardiovascolari e tumori.

Tuttavia occorre ricordare che, attraverso una sana e bilanciata nutrizione, è possibile effettuare un’azione preventiva a 360°, anche su funzioni corporee apparentemente poco correlate, come, ad esempio, il sistema muscolo- scheletrico. Leggi tutto…

Diete ipocaloriche

settembre 10, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Diete,Salute

Il nostro mondo è caratterizzato da fretta, stress e, spesso, dalla necessità di dover perseguire ogni risultato a qualunque costo e, soprattutto, nel minor tempo possibile. Questi aspetti, ovviamente, sono particolarmente rischiosi, specialmente quando si parla di salute, materia per la quale si presta sempre troppa poca attenzione.

La dieta ipocalorica impone un introito calorico inferiore al fabbisogno giornliero totale dell’ individuo (che dipende da metabolismo basale e attività fisica), al fine di “consumare” i grassi di deposito per fini energetici e smaltire, di conseguenza, i chili di troppo.

A livello mediatico, ahimè, sono molte le diete che vengono proposte, che sono basate su aspetti metabolici più o meno rilevanti, ma che mirano, nella maggior parte dei casi, ad un dimagrimento repentino senza considerare eccessivamente ciò che viene eliminato (massa magra e liquidi o massa grassa?). Leggi tutto…

In che modo la nutrizione influenza l’aterosclerosi?

agosto 21, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Molte volte, quando si parla di sana e corretta alimentazione, ci si riferisce al ruolo di fondamentale importanza che essa ricopre nella prevenzione di malattie cronico-degenerative, come alterazioni cardio-circolatorie e tumori. Si è già parlato dell’influenza dell’alimentazione sulle neoplasie; concentriamo ora la nostra attenzione, nel modo più semplice ed essenziale possibile, sull’aterosclerosi.

L’aterosclerosi è un’alterazione delle pareti endoteliali delle arterie che, a lungo andare, provoca un restringimento del lume vascolare, con conseguente trombosi. Ma come avviene tale processo?

Le molecole che ricoprono un ruolo fondamentale in tal senso sono le Low Density Lipoprotein (lipoproteine a bassa densità, d’ora in avanti LDL), ovvero le molecole che vengono prodotte dal nostro organismo per trasportare nel corrente ematico il colesterolo. Ovviamente più elevata sarà la concentrazione di colesterolo endogeno ed esogeno, maggiori saranno le liporoteine LDL, che tenderanno a depositare tale materiale nei tessuti periferici. In caso di stress ossidativo elevato, le LDL vengono ossidate. Quest’ultimo passaggio è quello che, effettivamente, scatena tutto il processo che porterà poi alle lesioni aterosclerotiche. Leggi tutto…

Che cos’è l’arginina?

agosto 16, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Esistono due principali categorie di amminoacidi: quelli essenziali, ovvero quelli non prodotti dal nostro organismo e che quindi devono essere necessariamente introdotti con la dieta, e quelli non essenziali, ovvero quelli che possono essere prodotti anche a livello endogeno.

L’arginina, in tal senso, rappresenta un caso particolare, in quanto essa nel bambino è essenziale e quindi deve essere assunta con gli alimenti, mentre nell’adulto è “condizionatamente essenziale”, ovvero generalmente è ricavata dal ciclo dell’urea, ma non in presenza di determinate patologie, ed, in questo caso, deve essere necessariamente assunto con la dieta.

L’arginina è un amminoacdo molto importante per il nostro organismo e può essere assunto principalmente con la carne, la frutta secca ed i legumi. Leggi tutto…

Il diabete mellito

giugno 21, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Il diabete mellito è una condizione patologica derivante dall’eccessivo livello di glucosio nel sangue (iperglicemia). Esistono due principali forme di questa malattia: il diabete di tipo I, causato dalla distruzione immunitaria delle cellule pancreatiche deputate alla produzione di insulina (cellule beta) ed il diabete di tipo II, causato da molteplici fattori, di tipo genetico, metabolico e ambientale, che tuttavia comportano o l’alterazione della secrezione di insulina o la riduzione della sensibilità dei tessuti nei quali il glucosio dovrebbe essere introdotto o entrambi. Se dal punto di vista genetico molteplici, e non sempre ben definiti, sono i geni potenzialmente coinvolti nel diabete (malattia poligenetica), altri fattori di rischio sono ben identificabili: obesità, ipertensione, ipercolesterolemia, ipogonadismo, ipetrigliceridemia, insufficiente attività fisica.

Fondamentalmente la causa scatenante del diabete mellito di tipo II è una condizione di insulino resistenza che, non permettendo il corretto deposito di glucosio nei tessuti, stimola un’azione compensatoria dell’organismo che, agendo come se si fosse “a digiuno”, aumenta la produzione di glucosio con la glicogenolisi (dalle riserve glucidiche epatiche e muscolari) e la gluconeogenesi (sintesi glucidica ex novo). Questo aumenta ulteriormente i livelli di glucosio epatici. Inoltre lo stato di digiuno solo apparente, provoca il rilascio di corpi chetonici che, alla lunga, portano ad una chetoacidosi diabetica.

Leggi tutto…

Cosa mangiare al mare?

giugno 17, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute,Sport

Quest’anno il “grande caldo” ha tardato leggermente, ma in questi ultimi giorni si è notato un sensibile aumento della temperatura esterna. Nei prossimi due mesi sempre più persone passeranno intere giornate al mare, e per questo motivo, ritengo utile un articolo che consigli brevemente come comportarsi in queste occasioni.

Probabilmente la regola principale consiste nel ridurre il più possibile gli alimenti grassi, sia per evitare che essi aumentino sensibilmente le calorie assunte durante il pasto, ma anche per non appesantirci troppo e per poter poi permetterci il classico “bagno pomeridiano”. Occorrerà preferire, oltre ai carboidrati ed alle proteine (sottoforma insalate miste, pasta fredda, panini leggeri), la frutta e le verdure, ricche in sali minerali e vitamine. Inoltre gli alimenti ricchi in vitamina A favoriscono il processo di abbronzatura.  Leggi tutto…

Cosa si intende per “buona dieta”?

giugno 5, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Affinchè una dieta o un regime alimentare possano essere definiti “buoni”, essi devono necessariamente rispondere a determinate caratteristiche. Più volte è stato evidenziato il fatto che ogni soggetto è caratterizzato da un metabolismo ed uno stile di vita propri, motivo per il quale risulta impossibile fornire o consigliare diete universali. Tuttavia è ovvio che alcuni concetti o regole alimentari possono essere recepite a livello generale.

In tal senso quattro sono gli aggettivi che possono definire una dieta “buona”: essa dovrebbe essere sana, essenziale, equilibrata e variata.

1) Dieta sana: gli alimenti ingeriti devono essere sufficientemente freschi e genuini. La freschezza degli alimenti è fondamentale per garantire un adeguato apporto nutritivo. In tal senso risulta di fondamentale importanza la scelta di frutta e verdura di stagione, ma anche evitare cotture che possano causare la perdita, soprattutto, di vitamine e sali minerali. La genuinità di un alimento è garantita soprattutto da adeguate metodologie di produzione e conservazione, che difendono da eventuali alterazioni microbiologiche (si pensi soprattutto a carni, uova, formaggi e latticini). Leggi tutto…

Le conseguenze dell’obesità giovanile

maggio 31, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Quello dell’obesità infantile è certamente uno dei problemi di maggior rilievo nella società odierna, ma troppo spesso, a mio avviso, vengono sottovalutati alcuni aspetti implicati in tale contesto. Sarebbe infatti superficiale non considerare tutte le conseguenze che uno stato di obesità può comportare ad un soggetto, specialmente se in età giovanile.

Oltre all’accumulo di grasso vero e proprio, infatti, l’obesità implica tre diverse conseguenze:

1) A livello psicologico. E’ appurato che frequentemente i bambini tendono ad estraniarsi dai loro coetanei, spesso vergognandosi della loro situazione, e, talvolta, rinnegando completamente il loro aspetto fisico. Questo  appare ancora più rilevante se si pensa che questi giovani tendono a rinchiudersi dentro casa e quindi a trascorrere più tempo davanti alla televisione, a svolgere meno attività fisica e, inoltre, a mangiare di più. Leggi tutto…

Possibili cause del fallimento delle diete

maggio 8, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Molte sono le persone che sostengono di non riuscire a dimagrire, nonostante mangino poco (a loro avviso). Tralasciando ovviamente i casi particolari di disfunzioni metaboliche ed ormonali, cerchiamo di analizzare quali possono essere le principali cause di mancato dimagrimento.

Prima questione da affrontare è certamente la convinzione di mangiare poco o, comunque, di non rendersi conto delle calorie effettivamente assunte. In tal senso spesso si trascurano i pasti fuori casa che, considerando i condimenti in eccesso, forniscono calorie sempre maggiori rispetto a quelle che ci si aspetterebbe. Inoltre, nel computo delle calorie, spesso si trascurano bevande, caramelle o “stuzzichini”. Risulta utile, in tal senso, appuntare tutto ciò che si mangia nel diario alimentare.

Cattiva abitudine è quella di consumare pasti approssimativi e molto distaccati l’uno dall’altro. Spesso c’è la convinzione che comportamenti di questo tipo portino ad un ridotto introito calorico: questo in parte è vero, ma occorre anche sottolineare il rischio di “addormentare” troppo il metabolismo: questo crea problemi rilevanti a breve e lungo termine. Leggi tutto…

Cambio di stagione..e di scelte alimentari?

aprile 12, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Siamo ad aprile e, come ogni anno, inizia ad aumentare la temperatura: segno che si avvicina sempre più la stagione estiva. E’ probabilmente questo il periodo in cui l’esperto in nutrizione viene più spesso chiamato in causa, principalmente per due motivi: per “rimediare” agli eccessi pasquali e per prepararsi in anticipo alla fatidica “prova costume”. Da un certo punto di vista aumenta anche il rischio costituito dalle diete “fai da te”, o comunque ipocaloriche, volte ad ottenere un ottimo risultato (prettamente estetico) a breve termine, ma che non forniscono garanzie (nè dal punto di vista estetico, nè da quello salutistico) a lungo termine.

Questo periodo in genere è associato ad una maggiore attività fisica, sia in palestra, che all’aria aperta. In tal senso all’organismo deve essere assicurato il giusto “carburante” per svolgere tali attività (ci si riferisce soprattutto a carboidrati, proteine, vitamine e  sali minerali). Ruolo fondamentale, inoltre, è ricoperto dall’acqua, che deve essere certamente introdotta maggiormente, per compensare le perdite idriche che si verificano con la sudorazione. Credo sia sempre utile in tal senso suggerire un approfondito check-up cardiologico (anche sotto sforzo), al fine di “testare” il nostro organismo sulle sue potenzialità. Leggi tutto…

Diete: perdere peso, ma non solo!

marzo 26, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Spesso il lavoro di nutrizionisti ed esperti in nutrizione viene un pò sminuito. Si pensa infatti sempre più alle diete fai da te, ai rimedi facili e capaci di garantire risultati apparentemente soddisfacenti nel breve periodo. Ovviamente discorsi di questo tipo rischiano di diventare superficiali e, talvolta, autolesionistici.

Si è più volte affrontato il tema della complessità di una visita nutrizionale accurata e dell’importanza di corretti comportamenti alimentari, in grado, a breve termine, di permettere una riduzione della massa grassa, ed, a lungo termine,di mantenere un ottimale stato di salute (che ovviamente dipende anche da  altri aspetti).

Mi sembra utile in questo contesto riportare aspetti psicologici che ho potuto registrare nella mia esperienza professionale che sono supportati anche da studi appositi condotti sull’argomento da appositi esperti. Leggi tutto…

Il pranzo di nozze

marzo 2, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Il matrimonio è certamente uno dei momenti di maggiore felicità nell’arco della nostra vita. Il pranzo o la cena, dopo la cerimonia ovviamente, è il momento più caratteristico di questi eventi. Personalmente in questi casi non consiglio di “stare attenti” a ciò che si mangia: conferisco all’alimentazione, infatti, anche un importante significato dal punto di vista sociale, quale occasione di aggregazione e, come in questo caso, di festa.

Partiamo da un presupposto a mio avviso fondamentale: per ingrassare di 1 kg occorre ingerire circa 7000 KCal in più rispetto al fabbisogno energetico personale (naturalmente si intendono anche 7000 KCal ingerite gradualmente). Questo quantitativo è generalmente di difficile raggiungimento, specialmente nel caso in cui si è abituati a mantenere un adeguato regime alimentare, che, in un certo senso, non permette allo stomaco di accogliere eccessivo materiale. Si pensa inoltre che l’intestino maturi, con la normale alimentazione quotidiana, una determinata capacità assorbitiva e che quindi, in presenza di eccessivo chilo (il materiale alimentare giunto alll’intestino), si predilige l’espulsione in feci. Leggi tutto…

Attività fisica e alimentazione: considerazioni

febbraio 18, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Nell’ottica del raggiungimento di un adeguato stato di salute, la regolare attività fisica e la corretta alimentazione rappresentano due aspetti di fondamentale importanza.

Il principale beneficiario del miglioramento delle proprie abitudini è certamente il nostro metabolismo: distribuire al meglio i pasti, e prevedere all’interno di essi un corretto bilanciamento nutrizionale è fondamentale, oltre che per mantenere adeguati valori ematici, anche per coadiuvare al meglio il nostro organismo a svolgere attività fisica.

Prima di un attività fisica di media intensità, il supporto nutrizionale consigliato è costituito da carboidrati a lento rilascio e proteine, mentre dopo lo sforzo è fondamentale la reidratazione idro-salina, oltre che la ricostituzione delle riserve carboidratiche e proteiche. Leggi tutto…

…E gli avanzi?

dicembre 28, 2012 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Diete,Salute

I giorni che intercorrono tra una festività e l’altra sono, probabilmente, dal punto di vista alimentare i più difficili da gestire. Spesso si pensa che le vere insidie per la nostra linea sono rappresentate principalmente dalla cena della vigilia, dal pranzo di Natale, dal “Cenone” di Capodanno e dal pranzo del 1 gennaio.

In realtà questo in parte è vero, specialmente se si pensa che nelle succitate occasioni l’introito calorico giornaliero può aumentare anche di 2000 KCal, se non oltre. Riguardo le opinioni che si hanno sul quantitativo di KCal sufficienti ad aumentare di 1 Kg il peso corporeo c’è molto confronto e disaccordo, tuttavia, generalemente si pensa che 7000 KCal in più possono favorire questo aumento ponderale.

Tuttavia molte volte questi calcoli matematici devono essere relazionati al fatto che, seppur basandosi esclusivamente sui pasti tradizionalmente più abbondanti tale quota sembra difficile da raggiungere, se si considerano dolci natalizi (ad esempio panettone e pandoro, ricchissimi in grassi) e gli avanzi dei pasti succitati, consistenti per lo più in alimenti molto grassi e ben conditi, ci si renderà conto che tale quota non è poi così lontana. Leggi tutto…