acqua

Come prescrivere una dieta ad una persona anziana?

ottobre 28, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Il lavoro del nutrizionista, come quello di qualunque altro professionista sanitario, è piuttosto variabile, in quanto si ha a che fare con pazienti con caratteristiche del tutto variabili, che possono differire anche di molto da soggetto a soggetto.

In materia nutrizionale, inoltre, occorre tenere presente anche altri aspetti: certamente la composizione corporea varia sensibilmente nel corso della vita ed infatti, a seconda dell’età, sono presenti differenti rapporti massa magra/massa grassa, ma anche differenti stati di idratazione.

Nello specifico occorre rimarcare il fatto che in età avanzata l’attività fisica si riduce e, di conseguenza anche la massa magra dell’individuo, con relativo abbassamento del metabolismo basale. Anche lo stato di idratazione si riduce sensibilmente, e la percezione sensoriale (specialmente gusto ed olfatto) può subire una forte desensibilizzazione. Leggi tutto…

Proprietà e virtù del pomodoro

ottobre 16, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La dieta mediterranea è un patrimonio della nostra cultura ed, in effetti, essa è apprezzata e, talvolta, invidiata dagli altri Paesi mondiali. Sono molte le proprietà che vengono attribuite a questo tipo di alimentazione e, tra queste, certamente le qualità antiossidanti rappresentano il principale aspetto che caratterizza questo regime alimentare.

Il pomodoro è uno degli alimenti più rappresentativi in questo contesto. La pianta del pomodoro appartiene alla famiglia delle Solenaceae. Il frutto può variare nella forma, nelle dimensioni e nel colore (anche se la tonalità principale è quella rossa), a seconda delle varietà.

Il potere calorico del pomodoro è piuttosto basso, in quanto è caratterizzato da una alta concentrazione di acqua, ma, ciononostante, è buono il contenuto in potassio e vitamina C e, soprattutto, licopene e carotene, sostanze antiossidanti utilissime per il mantenimento di uno stato ottimale della pelle e per la funzione visiva. Tali sostanze sono presenti in concentrazioni ancora maggiori nei frutti maturi. Leggi tutto…

Possibili contaminazioni da metalli

settembre 16, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Probabilmente, appena letto il titolo di questo articolo, si penserà che ci si stia riferendo ad una problematica di scarso interesse o che, comunque, sia poco probabile.

In realtà il fenomeno è, oltre che di rilevante importanza, anche piuttosto frequente e, per questo motivo, richiede un’analisi attenta ed approfondita.

E’ nota l’importanza di alcune sostanze all’interno del nostro organismo, sia per quel che riguarda i macronutrienti che i micronutrienti. Tra questi ultimi rientrano certamente i sali minerali e, di conseguenza anche i metalli. Nello specifico questi ultimi sono coinvolti in numerose funzioni (si pensi ad esempio al fondamentale ruolo svolto dal ferro come parte integrante dell’emoglobina, molecola candidata al trasporto di ossigeno nei tessuti o al ruolo che altri metalli svolgono come cofattori enzimatici).

Quelle elencate sono soltanto alcune delle funzioni essenziali che tali sostanze esercitano. Per questo motivo è necessario che esse siano presenti all’interno del nostro organismo nelle giuste concentrazioni. Leggi tutto…

Le vitamine del gruppo B

agosto 19, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Le vitamine del gruppo B sono idrosolubili e, quindi, possono essere facilmente eliminate con le urine, ma possono anche sciogliersi nell’acqua di cottura, se l’alimento è sottoposto a bollitura. Inoltre sono particolarmente sensibili a luce e calore.

Esistono diversi sottotipi di vitamina B, per questo motivo riteniamo utile un breve elenco che evidenzi, di ognuno, le principali caratteristiche.

Vitamina B1 (tiamina): svolge azioni benefiche sul sistema nervoso, in quanto contrasta l’accumulo di sostanze tossiche nelle cellule nervose. Inoltre svolge un ruolo fondamentale nel metabolismo glucidico e amminoacidico. Bisognerebbe assumerne circa 1-1,4 mg al giorno, consumando alimenti quali legumi, frutta secca, germe di cereali, frattaglie e patate. In caso di carenza si sviluppano alterazioni nervose, cardiache e dell’apparato digerente. Sindrome da carenza particolarmente grave è il beri-beri. Leggi tutto…

Un altro tipico frutto estivo: il melone

agosto 12, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Il melone (detto anche popone), rappresenta, con il cocomero, il più rappresentativo frutto estivo. Ne esistono molte varietà che differiscono nella forma (sferica o ovale) e nella buccia (reticolata o liscia e sottile). Tuttavia le caratteristiche nutrizionali di questi frutti sono piuttosto omogenee. La polpa varia dall’arancio dei frutti estivi, al biancastro di quelli invernali.

Condivide con la maggior parte dei frutti estivi l’alto contenuto in acqua e lo scarso potere calorico: queste caratteristiche tuttavia sembrano particolarmente indicate in estate, in quanto questi frutti ci permettono, oltre che di introdurre comunque una buona quota di vitaminesali minerali (soprattutto vitamina A, vitamina C e potassio, fosforo e ferro), anche di dissetarci. Il melone, inoltre, è particolarmente utile in caso di ipeuricemia, gotta, emorroidi e reumatismi. Leggi tutto…

Uno delle più frequenti infezioni alimentari: Salmonella

agosto 9, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La Salmonella è un batterio molto diffuso in natura, specialmente nel regno animale: è particolarmente presente tra il pollame, ma vive, in generale, nel tubo digerente di uomo ed animali. La contaminazione si diffonde nell’ambiente specialmente con le feci.

I principali batteri coinvolti in queste infezioni sono Salmonella enteridis (la più frequente), Salmonella typhi e Salmonella typhimurium. Questi ultimi due sono più diffusi nei Paesi in via di sviluppo.

La temperatura ideale per la crescita di questo batterio aerobio-anaerobio facoltativo è 35-37°C, tuttavia esso è in grado di svilupparsi nell’intervallo di temperatura che va da 10°C a 48°C. Non cresce a pH acidi, ed, infatti, i valori preferiti dal batterio sono pH 4-9,5. I valori di activity water preferiti sono invece >0,94.

Come già detto la Salmonella si diffonde nell’ambiente attraverso le feci ed, in effetti, la malattia associata a tale infezione, la salmonellosi, si manifesta a seguito dell’ingestione di acqua o alimenti contaminati da feci. I prodotti alimentari maggiormente responsabili dell’infezione in tali condizioni sono certamente quelli di origine animale ed, in particolar modo, uova e derivati. Leggi tutto…

Il cocomero

agosto 7, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Il cocomero (o anguria), insieme al melone, è probabilmente il frutto simbolo dell’estate; infatti esso raggiunge la piena maturazione nei mesi di luglio ed agosto. Ne esistono diverse varietà, e queste ne influenzano forma (ovale o sferica), colore della buccia esterna (verde più o meno acceso) e peso (un cocomero può arrivare anche a 20 kg di peso). La buccia esterna ha striature e chiazze giallastre, ed al tatto risulta dura e liscia. La polpa interna, invece, è rossa e presenta al suo interno semi bianchi, gialli e neri.

Il frutto, al contrario di quanto si possa pensare, ha un ridottissimo potere calorico, in quanto esso è costituito, principalmente, da acqua e fibre. Proprio per la presenza ingente di queste due componenti, l’anguria ben si presta a regimi dietetici ipocalorici, in quanto caratterizzata da un elevato potere saziante.

Inoltre il cocomero è una buona fonte di citrullina, che all’interno del nostro organismo è trasformata in arginina, che è deputata, tra l’altro, alla protezione dei tessuti cerebrali ed all’eliminazione delle sostanze azotate in eccesso. La rigenerazione dei tessuti corporei, inoltre, è favorita da un’altra funzione caratteristica dell’arginina: essa infatti stimola l’azione dell’ormone della crescita che, tra l’altro, ha un effetto ipoglicemizzante. Leggi tutto…

Come scongelare gli alimenti

agosto 1, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Lo scongelamento è un’operazione apparentemente semplice dal punto di vista pratico ma, tuttavia, nel caso non venga eseguita nel modo appropriato, potrebbe arrecare alterazioni all’alimento in questione, soprattutto dal punto di vista delle proprietà nutrizionali.

Ciò di cui il prodotto alimentare congelato o surgelato necessita prima del consumo, è la reintroduzione dell’acqua nei tessuti animali/vegetali. Al fine di evitare il deterioramento dell’alimento, è opportuno seguire sempre le indicazioni riportate nelle etichette dei surgelati altrimenti:

- nel caso di pesce intero o in filetti, carne, prodotti da forno, prodotti ortofrutticoli da consumare crudi o piatti precucinati, è opportuno eseguire uno scongelamento completo prima del consumo;

- nel caso di ortaggi e frutta da cuocere, si consiglia un parziale scongelamento preliminare;

- nel caso di alcuni ortaggi e prodotti impanati già pronti per la frittura, si consiglia la cottura immediata. Leggi tutto…

Le melanzane: proprietà nutrizionali

giugno 28, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Le melanzane sono ortaggi piuttosto frequente nelle nostre tavole: la coltivazione in campi aperti avviene infatti d’estate, ma la lavorazione in serra, invece, è continuativa e quindi sono presenti sul mercato in ogni periodo dell’anno.

Le melanzane appartengono alla famiglia delle Solenacee e le origini delle piante sono asiatiche. Molte sono le varietà disponibili e ciò si può verificare osservando le diverse forme che questi ortaggi possono assumere (tonda, ovale, allungata). Il colore è viola (più o meno acceso) e la polpa interna invece è biancastra e carnosa.

Le melanzane non apportano molte calorie ai nostri pasti, in quanto sono caratterizzate principalmente da un alto quantitativo d’acqua, ma sono presenti anche potassio, fosforo, calcio. Leggi tutto…

La gotta: cos’è? Come si previene dal punto di vista alimentare?

giugno 26, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

La gotta è una patologia metabolica causata da un elevato livello di acido urico nel sangue e dalla successiva deposizione di cristalli a livello articolare. La reazione infiammatoria che si instaura in queste sedi è particolarmente dolorosa.

L’acido urico è un prodotto delle purine (basi azotate fondamentali per la composizione del DNA). Nelle persone con iperuricemia la produzione di purine è eccessiva e l’eliminazione di tali sostanze, che avviene principalmente per via renale, è deficitaria.

Negli ultimi tempi si è un pò ridimensionato il ruolo dell’alimentazione nella gestione dell’iperuricemia e della gotta, e si è attribuita molta più importanza allo sviluppo di farmaci adatti in queste circostanze, nelle quali il dolore fisico è molto elevato.

Tuttavia, è ovvio che la nutrizione può assumereun ruolo importante nella prevenzione della gotta; nello specifico sarebbe opportuno controllare l’assunzione di alimenti ad alto contenuto di purine (pesce azzurro, frattaglie).  Leggi tutto…

Cosa mangiare al mare?

giugno 17, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute,Sport

Quest’anno il “grande caldo” ha tardato leggermente, ma in questi ultimi giorni si è notato un sensibile aumento della temperatura esterna. Nei prossimi due mesi sempre più persone passeranno intere giornate al mare, e per questo motivo, ritengo utile un articolo che consigli brevemente come comportarsi in queste occasioni.

Probabilmente la regola principale consiste nel ridurre il più possibile gli alimenti grassi, sia per evitare che essi aumentino sensibilmente le calorie assunte durante il pasto, ma anche per non appesantirci troppo e per poter poi permetterci il classico “bagno pomeridiano”. Occorrerà preferire, oltre ai carboidrati ed alle proteine (sottoforma insalate miste, pasta fredda, panini leggeri), la frutta e le verdure, ricche in sali minerali e vitamine. Inoltre gli alimenti ricchi in vitamina A favoriscono il processo di abbronzatura.  Leggi tutto…

Le carote: caratteristiche e proprietà

giugno 3, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Le carote sono ortaggi generalmente molto graditi, in quanto caratterizzate da un sapore dolciastro. Hanno origine asiatica ed in particolare sono il risultato dell’unione di due diverse specie. Della carota viene consumata la radice, di cui è tipica la forma allungata.  Tuttavia sia la forma che le dimensioni di questi ortaggi risultano variabili, a seconda della varietà. La polpa, invece, è solida e croccante. Generalmente vengono raccolte e consumate nel periodo primaverile-estivo, specialmente in alcune regioni italiane (Lazio, Abruzzo e Sicilia).
A livello nutrizionale la caratteristica principale è certamente il contenuto in beta-carotene (detta anche provitamina A). Le carote, in tal senso, rappresentano la principale fonte alimentare di questo nutriente. Tuttavia anche altri nutrienti sono contenuti in questi ortaggi, soprattutto zuccheri e sali minerali (calcio, fosforo, potassio e magnesio). Il potere calorico delle carote è piuttosto ridotto, anche grazie al contenuto in fibre. Leggi tutto…

La leggerezza e la bontà delle zucchine

maggio 25, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Le zucchine rappresentano i frutti immaturi di una pianta appartenente alle Cucurbitaceae. L’origine di questi ortaggi è risalente all’America centro-meridionale. La forma è piuttosto simile a quella dei cetrioli, ovvero allungata, mentre la buccia, anche considerando la varietà della zucchina, può essere verde o giallastra, con punti e sfumature biancastre. La polpa interna, invece, è di colore biancastro. Il periodo ottimale per la raccolta è quello estivo.

La caratteristica principale delle zucchine è il basso potere calorico. Infatti esse sono costituite principalmente da acqua e fibre, ma, tuttavia, possono essere registrate anche buone concentrazione di sali minerali (principalmente calcio, ferro, potassio e fosforo) e vitamine (beta-carotene e vitamina C). Inoltre esse risultano di facile digestione e tale caratteristica le rendono ideali ad ogni età. Leggi tutto…

L’ortaggio tipico dei mesi caldi: l’insalata

maggio 10, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Con l’arrivo dei primi caldi, generalmente, si sente il bisogno di ridurre l’apporto calorico, privilegiando alimenti freschi e aumentando sensibilmente l’apporto idrico (se per l’inverno possono bastare 2 L di acqua giornalieri, in primavera-estate dovrebbero esserne garantiti almeno 2). Probabilmente gli alimenti maggiormente rappresentativi in tal senso sono l’insalata e la lattuga (questo nome dipende dal succo biancastro che fuoriesce una volta tagliata la foglia).

In realtà l’insalata viene coltivata per tutto l’anno, ma il periodo migliore per la raccolta è quello primaverile-estivo. Appartiene alla famiglia delle Asteraceae.

E’ caratterizzata da un bassissimo potere calorico, ed infatti essa è costituita principalmente da acqua, sali minerali (ferro e folati) e fibre. Occorre sempre sottolineare che il ferro derivante da prodotti vegetali è di minore biodisponibilità e, nel caso dell’insalata, anche di ridotta concentrazione. Leggi tutto…

Proprietà e virtù del kiwi

aprile 24, 2013 | Author: andreaserra | Filed under: Alimentazione,Salute

Il kiwi è un frutto di origine orientale (proviene principalmente dalla Cina), ma, con il passare del tempo, è diventato molto comune sulle nostre tavole (ed in particolar modo in alcune regioni italiane, Piemonte e Veneto in primis). E’ un alimento di forma ovale e caratterizzato da una buccia pelosa e sottile, da una polpa verdastra, con un cuore bianco, circondato da semetti neri.

Il gusto del kiwi varia molto a seconda della maturazione: se il frutto viene consumato prima del dovuto risulta particolarmente acidulo, mentre, a maturazione ultimata è particolarmente gradevole e dolciastro.

Due sono le principali proprietà nutrizionali che caratterizzano il kiwi: il contenuto in vitamina C e in fibra. Leggi tutto…