Il pericolo delle diete miracolose

luglio 24, 2007 | Autore: rosisella | Scritto in: Alimentazione,Salute

762850_diet_time_2.jpg

Esistono un gran numero di diete che promettono miracoli, cioè una perdita di peso con poco sforzo e in un breve periodo di tempo, due caratteristiche che certamente fanno gola a tutte le persone che hanno una gran voglia di dimagrire, visto che molto spesso si vorrebbe fare il minimo sforzo ottenendo comunque grandi risultati.

Il problema di queste diete miracolose, conosciute anche come diete alla moda, non è tanto la loro efficacia, perchè effettivamente fanno perdere molti chili in poco tempo. Ill problema, in realtà, è altro, decisamente più serio.
Sono 36 le diete miracolose più famose a livello mondiale, e sono state studiate da esperti della Associazione dei Dietisti dell’ Università di Navarra, in Spagna, col fine di conoscere i vantaggi e gli svantaggi di ognuna di esse.

I risultati degli studi hanno dimostrato che tutte queste diete hanno carenze di nutrienti esenziali per la sana alimentazione e la salute.
L’altro problema di questi tipi di dieta è il fatto che sono talmente esigenti e monotone che sono difficili da portare avanti per lungo tempo, e quindi non possono essere seguite con regolarità e non si può quindi mantenere un peso giusto a lungo. Oltre ad ottenere il classico effetto “yo – yo” perchè bloccando la dieta si recuperano il doppio dei chili persi.

Ma queste diete sono sempre più spesso cercate e seguite, e le donne le trovano facilmente su riviste, su internet, su fascicoli fotocopiati passati da amiche o colleghe che le hanno già seguite, oppure comprano libri specifici, facendo arricchire gli inventori di queste diete, invece di credere al vero professionista della nutrizione e seguire un dieta più sana e più bilanciata, che potrebbe permettere di ottenere un peso salutare e mantenerlo più a lungo, un cambio di stile di vita e un cambio nel tipo di alimentazione, un vantaggio anche dal punto di vista dell’educazione alimentare.

Gli esperti hanno classificato le 36 diete miracolose per categorie.

1. Diete che si basano su un solo alimento: Non esiste un solo alimento che può apportare all’ organismo tutti i nutrienti necessari, per questo è importante una adeguata combinazione degli alimenti per ottenere tutto il fabbisogno giornaliero. Le diete basate su un solo alimento sono quindi povere di nutrienti, portano carenze nutrizionali, diminuiscono le riserve di nutrienti e sonoterribilmente monotone. Esempi di questi tipi di dieta sono: la dieta dell’ ananas, la dieta del riso, la dieta delle patate, la dieta del gelato, la dieta dell’ uva, ecc
2. Le diete a basso (o troppo basso) contenuto calorico: per garantire una buona salute le diete in generale non possono apportare meno di 1200 Kcal per la donna e non meno di 1500 Kcal per l’uomo. Diete che apportano meno calorie stressano il metabolismo facendo sì che il corpo perda molto peso all’inizio e poi fa rallentare talmente il metabolismo che il soggetto non riesce più a dimagrire nè con quella nè con altre diete. Esempi di questo tipo di dieta sono tutte quelle che apportano dalle 400 fino alle 1000 Kcal al giorno. La più pericolosa è certamente la “dieta delle proteine”. Il pericolo di queste diete, a parte la malnutrizione è che provocano trastorni gastrointestinali, cattiva tolleranza al freddo, debolezza, cattivo umore, irritabilità, perdita di capelli, unghie fragili, contratture muscolare, amenorrea, insonnia, ansia e depressione.
3. Le diete ricche di grassi: anche conosciute come diete chetogeniche, sono diete che non apportano carboidrati, ma solo proteine e grassi. L’origine di questo tipo di diete viene dal trattamento dietetico dei pazienti pediatrici malati di epilessia, nel quale si prescrivono diete ricche di grassi, poichè il grasso funziona come un falso neurotrasmisore e diminuisce le crisi di convulsione da epilessia, ma in questo tipo di terapie si è anche riscontrata una perdita di peso, e da lì si è pensato di applicare la stessa dieta per la perdita di peso. Questo tipo di dieta viene ritenuta molto pericolosa, visto che il cervello funziona sfruttando i carboidrati e ha bisogno di almeno 175 g al giorno di carboidrati, che se non vengono garantiti portano il corpo ad uno stato di acetosi. Inoltre un apporto di grassi troppo alto provoca l’aumento di colesterolo e trigliceridi nel sangue, provocando anche dislipidemia (problemi cardiaci). Altri possibili problemi alla salute possono essere la perdita di una grande quantità di liquidi, disidratazione, perdita di elettroliti. La più famosa dieta di questo tipo è la dieta Atkins.
4. Le diete ricche di carboidrati: sono le diete nelle quali si riduce sonstanzialmente l’apporto di proteine (carne, pollo, pesce, uovo, latte, ecc) e di grassi, e si basa solo in carboidrati (pane, pasta, patate, riso, ecc). Il problema di questo tipo di dieta è la carenza di proteine, di vitamine e di minerali. Porta davvero un grave problema nutrizionale. Queste diete per il loro alto apporto di fibre provocano un assorbimento basso degli altri nutrienti, specialmente di vitamine e minerali, quindi già la dieta di per se apporta poco e l’assorbimento e basso, e ovviamente si presenta la carenza. Inoltre si presentano problemi intestinali: alcune persone soffrono di diarrea, meteorismo, anemia, perdita di tono muscolare, e diminuzione dei livelli di pressione arteriale.
5.Le diete Pittoresche: esempi sono la dieta Weigh Watcher, dieta dell’ umore, dieta della cioccolata, dieta della primavera, dieta antistress, ecc.
Sono diete affermate e seguite perchè pubblicizzate dai famosi di Hollywood. Includono alimenti e cibi esotici e poco comuni, menù originali, ma che non seguono i canoni della buona alimentazione, e sono oltretutto molto costose.

La raccomandazione per le persone che vogliono dimagrire è seguire solo diete controllate da uno specialista, dietista o nutrizionista che sia, e non seguire mai diete miracolose o alla moda, perche:
1.Si spendono grandi quantità di soldi
2.Sono monotone
3.Non si possono seguire a lungo
4.Una volta finite, si continua a mangiare inadeguatamente
5.Se non si seguono in maniera ferrea, si riprendono i chili persi.
6.E’ più difficile dimagrire in futuro
7.Sono pericolose per la salute
8.Sono poco pratiche
9.Rischiano di essere causa di malnutrizione
10.Provocano frustrazione e malumore.

Bisogna ricordare che una dieta sana è quella che apporta in maniera completa proteine, carboidrati e grassi, e che non possono e non devono essere povere di calorie (non meno di 1200 Kcal / giorno per le donne e 1500 per l’uomo), devono essere controllate da un vero specialista della nutrizione, e devono offrire una perdita di peso lenta ma sicura per la salute e che si mantenga nel tempo, ma la cosa più importante è che faccia cambiare le abitudini alimentari per rimanere in buona salute rimanendo in linea.

xygoxen

4 persone hanno commentato

E’ vero che se si mangia la carne sarebbe meglio evitare un’altra fonte di proteine come il formaggio ad esempio?

linda scritto il 7 novembre 2012 - 15:04 | Visit Link

Salve, come è ovvio, tutto varia in base alle esigenze e, soprattutto, in base alle condizioni fisiologiche di ognuno. Certamente la carne, se non si è vegetariani o vegani, rappresenta, assieme al latte, la miglior fonte di proteine ad alto valore biologico della nostra dieta. Non per questo occorre privarci di altre fonti proteiche come legumi, uova, formaggi o insaccati, ma certamente con moderazione in quanto, oltre che di grassi saturi (uova e formaggi), sono fonti di sale (insaccati e formaggi) e quindi, se consumati in eccesso, possono favorire l’aterosclerosi. Se non si vuole privare ogni tanto di un pò di buon formaggio, tuttavia, si può ridurre o in caso di consumo considerevole, eliminare in quel pasto la carne.
Spero di essere stato utile.
Saluti

andreaserra scritto il 7 novembre 2012 - 20:25 | Visit Link

Salve, sono obesa ho 47 anni e dovrei perdere 20 kg. cosa fare? sono alta 155 e peso 82 kg. Ho fatto mille diete, perdo peso e poi riprendo tutti i chili persi.

giuseppa scritto il 15 marzo 2013 - 15:48 | Visit Link

Buongiorno, innanzitutto è importante sottolineare che non è sufficiente riportare misure per via telematica. Risulta fondamentale, infatti, rivolgersi ad un esperto in nutrizione che possa valutare la situazione nel suo complesso, facendo riferimento alla reale composizione corporea. Il mio consiglio è di non seguire diete “alla moda” o estremamente ipocaloriche ma abituarsi, passo passo, ad un regime alimentare ottimale. Magari non noteremo risultati eclatanti nel breve termine, ma sicuramente ci si guadagnerà a lungo andare in salute, oltre che in estetica.
Spero di essere stato utile.
Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 18 marzo 2013 - 11:45 | Visit Link

Commenta questo articolo

Vuoi fare una domanda alla nutrizionista?
Vieni nel forum diete e nutrizione

I campi contrassegnati con " * " sono necessari.