La fibra, un utile strumento per la nostra dieta

febbraio 10, 2012 | Autore: andreaserra | Scritto in: Alimentazione,Salute

La fibra, come probabilmente molti sapranno, è l’insieme delle sostanze prive di valori nutritivi, ma che svolgono attività preziose. La fibra svolge infatti due principali funzioni: una a livello gastrico, una a livello intestinale.

Nello stomaco, la fibra ha la proprietà di assorbire acqua ed aumentare, di conseguenza, il volume del cibo nello stomaco, e quindi, il senso di sazietà. Le pareti dello stomaco infatti, se sollecitate dall’eccessivo volume alimentare, danno segnale al cervello che inibisce, tramite la sensazione di sazietà, l’ingresso di nuovo cibo. Questo aspetto è molto utile nei casi di obesità e sovrappeso.Nell’intestino invece avviene una stimolazione della peristalsi (movimento del materiale alimentare nell’intestino) attraverso la sollecitazione delle pareti intestinali. Quest’ultimo aspetto è ovviamente utile nei casi di stipsi o irregolarità intestinale.

Il fabbisogno giornaliero di fibra si aggira intorno ai 30 g, ma questa quantità è da rapportare allo stato di salute, alla capacità digestiva ed alla tolleranza del paziente. Esistono due tipi di fibra: insolubile (cellulosa, emicellulosa e lignina) e solubile (pectine, gomme e mucillagini). La fibra insolubile non è fermentabile e nell’intestino assorbe acqua rendendo fluide le feci. Le fibre solubili, invece sono fermentabili e nell’intestino formano gel che rallentano lo svuotamento intestinale, riducendo, tuttavia, anche l’assorbimento di colesterolo.

Cellulosa. Costituisce la parete cellulare dei vegetali, alle quali conferisce rigidità e resistenza. E’ un carboidrato simile all’amido, dal quale, tuttavia, differenzia per i tipi di legami chimici. Solo gli erbivori posseggono un enzima capace di scinderlo e quindi digerirlo.

Emicellulose. Sono formate da unità di glucosio, galattosio. mannosio, arabinosio e xilosio.

Lignine. Si trovano principalmente nella parete cellulari dei vegetali e il loro contenuto è secondo solo alle cellulose. Inoltre dona impermeabilità alla parete cellulare.

Pectine. Hanno funzione cementante negli spazi intercellulari dei vegetali. Sono usate anche nelle industrie per la produzione di marmellate e gelatine.

Gomme e mucillagini. Utilizzate nella produzione di chewing-gum e caramelle.

xygoxen

Non c'è ancora nessun commento.

Commenta questo articolo

Vuoi fare una domanda alla nutrizionista?
Vieni nel forum diete e nutrizione

I campi contrassegnati con " * " sono necessari.