Anoressia e magrezza estrema: quando il peso diventa un’ossessione.

luglio 18, 2007 | Autore: rosisella | Scritto in: Alimentazione,Salute

E’ allarmante il numero di casi di morte per magrezza estrema.

A novembre due modelle brasiliane sono morte per anoressia, ogni giorno vediamo come i vestiti siano disegnati sempre più piccoli, e le modelle, le Miss e le attrice sono molto più magre di qualche anno fa.

Ma perchè si sta diffondendo sempre di più questo fenomeno? Che cos’è la anoressia?E’ solo moda? Stiamo diventando ossessive per il peso e la magrezza?Sarà forse un’ esigenza della società moderna?

I conosciuti disturbi del comportamento alimentare sono cominciati ad apparire alla fine del secondo secolo, quando specialmente le donne in età adolescenziale e di alta società, hanno incominciato a cambiare la percezione del corpo ed hanno cominciato la corsa alla magrezza. Da quel momento l’obiettivo è stato cambiare il prototipo della bellezza, quella sana bellezza stile anni 50–60. Ma la situazione con il tempo continua a peggiorare, e oggi ci ritroviamo ad avere ragazze morte a causa di questa ossessiva, e sbagliata, idea di bellezza.

Magrezza estrema: moda o Anoressia?

Questa è una domanda che dobbiamo farci necessariamente: senza la risposta non potremo trovare la soluzione a questo problema mondiale, perchè la moda cambia e si modifica in continuazione, ma l’anoressia e già una malattia ben definita e conosciuta, con cause psicologiche, e quindi più difficile da affrontare, tanto per chi ne è vittima quanto per il gruppo di specialisti che la trattano.

Come sapere se la causa di questo problema è stata veramente la moda o è solo un fattore psicologico?


Non è facile saperlo.Sappiamo che il concetto di bellezza è cambiato, le case di moda cercavano donne ogni volta più magre per mostrare i propri modelli, e da lì le modelle, per crescere professionalmente, essere famose e guadagnare più soldi hanno incominciato a seguire questo status di magrezza, passando dalle taglie 42 – 44 alle extra-small 36 – 38. Più magra era la modella, più possibilità aveva di fama e lavoro, ma il problema non era circoscritto solo alle passerelle di alta moda mondiale.

Il problema incomincia quando le misure dei vestiti vengono modificati per il pubblico femminile, diventando sempre più piccoli e stretti, quindi hanno, se non causato, influenzato psicologicamente le donne a pensare che per essere bella e alla moda bisognava essere magre come le modelle sulle riviste patinate o sulle passerelle delle sfilate di alta moda.

Da quel momento a livello mondiale comincia a sfaldarsi la cultura dell’alimentazione, della sana alimentazione, diventano famosi i dietisti e i nutrizionisti, tutti vogliono fare una dieta, nascono nuove diete “magiche” che promettono miracoli di perdita di peso, comincia il boom del fitness e del benessere, e, purtroppo, della magrezza estrema.

Ma ora la situazione sta diventando sempre più incontrollabile, ma dalla morte delle 2 modelle brasiliane si sta forse seriamente cominciando a correre ai ripari, per tornare ai canoni della normalità ed evitare morti inutili.

Se il problema fosse la moda, direi che una volta cambiati di nuovo i prototipi attuali di magrezza, le cose dovrebbero migliorare. Infatti si è già giunti fortunatamente ad un accordo tra le agenzie di moda e le agenzie di modelle. Le agenzie di moda non stanno accettando più modelle che hanno misure al di sotto della 42. E non fanno più contratti alle modelle con misure dalla 34 alla 38, con l’obiettivo mirato di evitare la trasmissione di quel modello alle donne, specialmente alle adolescenti, per ridurre i casi di anoressia a livello mondiale.
Ma, che cos’è l’anoressia?
L’anoressia è una malattia psicologica nella quale il soggetto colpito presenta un rifiuto nel mantenere il peso corporeo al di sopra o al minimo normale per l’età e la statura, per la intensa paura di acquistare peso e diventare grasse, anche se in realtà sono sottopeso.

Vengono colpite specialmente le donne, per la maggiorpare adolescenti, anche se si riscontrano casi fino a 30 – 35 anni, e pochi rari casi negli uomini.
Una delle prime complicazioni che si presentano è la mancanza del ciclo mestruale (amenorrea), a causa della eccessiva perdita di grasso corporeo.

Alla base dell’ anoressia c’è l’eccessiva preoccupazione per il peso e per le forme del corpo, causati da una alterazione della percezione dello “schema corporeo”, cioè dell’immagine soggettiva del Sé, che si forma parallelamente allo sviluppo somatico nell’adolescenza, quando massime sono la sensibilità alle mode e l’identificazione con i modelli culturali imposti.
La prevalenza stessa dell’ anoressia, e la loro caratteristica clinica si è modificata negli ultimi anni in stretto rapporto con elementi sociali e culturali.

Quanti tipi di anoressia esistono?

Esistono 2 tipi di anoressia:

  • Anoressia Sottotipo Restrittivo: è l’ anoressia nella quale il soggetto ha un rigido e costante controllo dell’assunzione del cibo, con una graduale restrizione della quantità e della qualità. La persona effettua una ossessiva selezione degli alimenti e della loro preparazione, presenta svogliatezza nel mangiare o con un vero e proprio “fastidio” legato all’azione di alimentarsi.
  • Anoressia Sottotipo bulimico: è l’anoressia che combina la forma restrittiva e in più utilizza metodi compensativi per perdere peso come vomitare dopo aver mangiato, l’abuso di lassativi, pillole per dimagrire, ecc. L’ anoressica di sottotipo bulimico non solo restringe la quantità di cibo, utilizza anche i metodi aggressivi e intensivi per perdere peso.

È importante sapere che l’anoressia ha anche predisposizione familiare. È frequente trovare pazienti con anoressia che hanno antecedenti familiari con la stessa malattia, o un altro disturbo alimentare, specialmente la bulimia.

Gestione Nutrizionale dell’anoressia Nervosa.

La malnutrizione del paziente anoressico è progressiva nel sottotipo restrittivo. All’ inizio della malattia, la perdita di peso coincide con la perdita di massa grassa e la relativa conservazione della massa magra (muscolo), visto che il paziente anoressico all’ inizio della malattia elimina gli alimenti ricchi in carboidrati e grassi e mangiando solo quelli ricchi in proteine.
Con il passare del tempo, il paziente anoressico diminuisce anche i cibi ricchi di proteine, consumando quantità sempre più ridotte, ed è li che cominciano i problemi di carenza e malnutrizione.
Il basso apporto di calcio per lunghi periodi, particolarmente nell’età adolescente, quando si forma il “picco di massa ossea”, può interferire con i processi di maturazione della matrice ossea stessa e favorire l’osteoporosi, che rappresenta una complicanza a distanza nel futuro della persona che soffre di anoressia.
Un altro problema del paziente anoressico è il cambio ormonale e il costante digiuno che provoca il “starvation” del paziente.
I livelli plasmatici degli ormoni dell’asse ipofisi-gonadi (quelli, per intenderci, che regolano le funzioni sessuali e riproduttive come FSH, LH, estradiolo o il progesterone) sono spesso ridotti, e non consentono il normale ritmo mestruale. Inoltre si presenta spesso un blocco della secrezione cortico–ipotalamica con conseguente amenorrea (interruzione del ciclo mestruale per un periodo più lungo di 3 mesi), sintomo fondamentale per la diagnosi, e l’attività della tiroide diminuisce per risposta al digiuno.
L’ipercolesterolemia, che si osserva in alcune pazienti, è attribuibile ad un ipotiroidismo (disfunzione della tiroide) presente a livelli elevati, causando perdita di peso ed attivazione dell’asse ipofisi-surrene. Il ritmo del cortisolo è soppresso nelle prime periodi della malattia.
I livelli di insulina sono bassi, così come i livelli di leptina.
La colecistochinina (un ormone neurotrasmettitore) inoltre svolge una funzione di segnale di sazietà.

Sintomi di Anoressia in stato grave:

  • Rapido ed incontrollabile calo ponderale.
  • Diminuzione dell’ Indice Massa Corporea (IMC), meno di 16 Kg/mt2 (il valore normale è da 18,5 a 24 Kg/mt2)
  • Ipotermia (la temperatura corporea scende sotto il valore minimo, interferendo con il corretto funzionamento del metabolismo.
  • Ipotensione (pressione sanguigna arteriosa massima tra 90 / 50 mmHg)
  • Bradicardia ( abbassamento della frequenza dei battiti cardiaci al di sotto dei 50 battiti al minuto)
  • Ipoglicemia (livello molto basso di zuccheri nel sangue)
  • Disturbi dello stato di coscienza
  • Vomito grave con squilibri elettrolitici
  • Ipoalbuminemia
  • Parestesie (alterazioni della sensibilità di arti o altre parti del corpo)
  • Infezioni intercorrenti
  • Rischio di suicidio
  • Espressa richiesta di ricovero da parte del soggetto.
  • Depressione e fobie
  • Amenorrea (assenza del ciclo).

La anoressia come moda

E’ una realtà fredda ma reale, l’ anoressia è una malattia che va di moda. Oggi giorno chi non segue ed imita Le modelle e le attrici si trova “out” dal circolo sociale. Ogni giorno si incrementa la pressione sociale per avere delle misure estreme di magrezza, e le ragazze sono quasi costrette ad essere più magre possibile se vogliono sentirsi belle. Questo è il canone di bellezza attuale, che fortunatamente si sta cercando di cambiare , ma ci vorrà del tempo per rieducare la società e cambiare questo schema assurdo.
Le modelle che le agenzie inviano alle sfilate o ai set fotografici sono a volte talmente magre che alcune arrivano a svenire nelle prove, a causa della fame e dele lunghe ore di digiuno.
Una delle protagoniste della moda più attive nella lotta contro l’anoressia è Raffaella Curiel, che afferma che i suoi vestiti sono concepiti con taglie per una magrezza normale, sana e concepibile da tutte le donne.
Grazie a persone come la Signora Curiel, il mondo della moda sta intraprendendo una forte lotta contro la anoressia, dando l’esempio a molte giovani donne attraverso l’immagine di modelle con taglie magre, ma normali.

modelli.jpg
Differenza di modelli dagli anni 50 ai nostri giorni.

 

Dive Magrissime da non imitare mai

1.Tery Hatcher: 43 anni, Attrice

teri.jpg

Peso: 50 Kg
Altezza: 1,70 cm
IMC: 17,3 Kg/mt2

2.Letizia Ortiz: 35 anni, Futura Regina di Spagna.

letizia.jpg

Peso: 48 Kg.
Altazza: 1,68 cm
IMC: 17,0 Kg/mt2.

3.Victoria Beckham: 33 anni, ex Spice-Girl e moglie di David Beckham

victoria.jpg

Peso: 47 Kg.
Altezza: 167 cm
IMC: 16,90 Kg/mt2.

4.Kate Moss: 33 anni, modella

kate.jpg

Peso: 47 kg
Altezza: 1,67 cm
IMC: 16,90 Kg/mt2

5.Jemima Khan: 33 anni, Attrice.

jemima.jpg

Peso: 50 Kg
Altezza: 1,70 cm
IMC: 17,73 Kg/mt2

6.Nicole Richie: 26 anni

nicole.jpg

Peso: 32 Kg
Altezza: 1,52 cm
IMC: 13,85 Kg/mt2.

Conclusione:
L’anoressia come stile di vita è l’impressione che nasce guardando alcune foto di modelle in circolazione oggi. Tutte donne famose, belle e famose, belle e ricche che convivono con l’anoressia, riducendosi a pelle e ossa. Proprio in un’epoca in cui sempre più forte sta diventando la battaglia contro le modelle scheletiche che sfilano in passerella.
Sapere se la causa della anoressia è attribuibile alla moda o a fattori psicologici, resta nelle mani degli specialisti, ma la lotta contro questo disturbo è un dovere di tutti, dalle agenzie di modelle alle agenzie di moda, gli stilisti, i medici, i nutrizionisti, dietisti, ecc.

modelle-anoressiche.jpg

Il prossimo passo è ritornare da questa estrema magrezza a una magrezza sana.

xygoxen

22 persone hanno commentato

ho letto diversi articoli da voi pubblicati ,auguri veramente questi ultimi sono aggiornati e si puo capire que la nutrizionista que scrive sa il suo lavoro ed e capace di capire la realta nel mondo dellànoressia
brava

concetta scritto il 23 luglio 2007 - 03:45 | Visit Link

Salve a tutti, il motivo che mi ha spinto in questo sito è semplice: ho sofferto fino a giugno di anoressia e, esattamente il 24 giugno (“il giorno della fate”, come diceva Shakespeare) ho rischiato di morire a causa di questa mia ossessione.
Il motivo per cui continuo a leggere articoli e visitare siti su siti riguardanti questo problema è altrettanto semplice: probabilmente è passato troppo poco tempo, ma dentro di me sento ancora il bramato desiderio di perfezione, che è purtroppo ancora intrappolato in un corpo che non le appartiene.
Mi ritengo fortunata, in quanto io sono viva (e non essendo credente, continuo a dire che sono riuscita a salvarmi solo grazie all’aiuto delle fate), e nonostante il continuo desiderio di perdere peso e di ritornare come ero, riesco a controllarmi.
Forse avete ragione nel dire che l’anoressia non è conosciuta da tutti come malattia: purtroppo si vedono troppe ragazze che non mangiano o che vomitano soltanto per una questione di moda.
E io volevo dire solo questa cosa, credo a nome di tutte quelle ragazze che ce l’hanno fatta, che hanno rinunciato al loro sogno per poterne vivere un’ altra: la vita.
Forse sono più numerosi i giorni in cui ho pianto perché non mi piacevo, ma sicuramente dopo giugno, è ricominciata una nuova vita per: posso passeggiare, posso stare in piedi e non seduta, posso divertirmi. Posso vivere.
Penso che non ci sia offesa più grande nel vedere ragazzine che rifiutano il cibo per gioco, per moda, per scherzo.
L’anoressia, come la bulimia e come anche l’obesità, sono delle malattie.
Non sono tutte uguali le persone che si ammalano: chi piange quando digiuna o quando vomita, chi piange quando vede il peso aumentare, chi piange quando fa esercizio fisico, chi piange quando si sente sola.. non PUO’ essere paragonata ad una ragazza che non mangia solo per moda, per sentirsi accettata.
E la differenza è una sola: una ragazzina che segue la moda fa sì i capricci, e poi guardandosi allo specchio si piace, si venera.
E concludo.. trovatemene una, di ragazza ammalata seriamente, che guardandosi allo specchio si sia mai piaciuta.
O almeno, a me non è mai capitato: 36 chili per 1.64; davanti allo specchio mi sono sempre vista grassa, e ho rinunciato ad uscire per diversi mesi, semplicemente perchè ciò che diceva la bilancia non era visibile (per me) nello specchio.
Credo proprio che l’anoressia sia una malattia e non una moda: quelle che non mangiano per moda non sono affette da disturbi alimentari.. sono affette da disturbi ancora peggiori di questa gabbia.
Con affetto.

Selene scritto il 5 gennaio 2009 - 02:40 | Visit Link

ho 47 anni, sono entrata in anoressia a 22 anni, arivando a pesare 38 kg per 165cm.
poi, dopo l’amennorea per 2 anni consecutivi, sono stata operata per ovaio policistico e sono tornata ad ingrassare, ed è ripreso il ciclo, mai come prima, però.
non si guarisce mai del tutto, a volte ci sono ricadute, soprattutto nei periodi di forte stress.

ora è uno di quei momenti, sono entrata in menopausa e noto che devo fare molta fatica non per dimagrire, ma per non ingrassare.
ed è vero che moltissime donne che conosco, anche verso i 40 anni si sforzano di dimagrire anche se hanno corpi perfetti.
forse troppi sono i messggi che ci vogliono magre, e se non si è negli standard si è da rottamare.

roberta masetti scritto il 22 agosto 2010 - 20:16 | Visit Link

allora, non è questione di moda, ho 13 anni, e peso 60 kili per 159cm si lo so!! sono tantissimii! ora vi spiego perchè le ragazzine come me, vogliono diventare anoressiche, i ragazzi non vogliono ragazza grasse, in carne con un filo di ciccia! ma vogliono quelle perfette! ecco perchè le ragazze della mia età vogliono essere anoressiche!! non per moda!

lu scritto il 11 settembre 2010 - 19:11 | Visit Link

io cfredo che esistano ragazze magre E SANE SANISSIME!
io peso 38kg e sono 1,58 e ho una salute di ferro, mai fatte diete, cicole regolare e mangio pure molto.

lucy scritto il 27 settembre 2010 - 22:27 | Visit Link

la verita’ e’ che ora chi e’ magra NATURALMENTE viene definita anoressica, ma dobbiamo distinguere:esistono ragazze magre PER COSTITUZIONE e non dobbiamo trattarle da malate solo perche’ magari proviamo invidia verso di loro.
Io ad esempio sono sempre stata magra ma non sono affatto malata,e’ la mia costituzione e mi ritengo fotunata.Chi mi definisce anoressica e’ sicuramente invidia.Non e’ educato dare della malata ad una ragazza solo perche’ e’ esile e magra!!!
pensateci…

paola scritto il 27 settembre 2010 - 22:31 | Visit Link

Trovo che questo aricolo sia discriminatorio e offensivo verso chi e’ magro di costituzione(come me,che peso 49 kili per 1 metro e 65 di altezza)…mangio e mi piace mangiare bene…sono in ottima salute,al contrario di chi e’costretto a diete ferree perche ha il colesterolo i trigliceridi e via dicendo…
C’e'cattiva informazione oggi giorno riguardo al cibo….mangiare bene non significa mangiare troppo o troppo poco,bensi’ mangiare cio’ che fa bene…e di solito cio’che fa bene non fa ingrassare…tipo le verdure ,la frutta…ma anche i carboidraiti mangiati in giuste quantita’non fanno ingrassare anzi sono una riserva di energia indispensabile al corpo umano…
e poi vorrei fare un’altra osservazione giusto per chiarire il concetto di magrezza…kate Moss in quella foto non pesa 47 kili ,ne pesa 40 e c’e'una bella differenza…su 40 kili sono d’accordo che si tratta di estrema magrezza..e poi inutile rinvangare sempre le dive formose di un tempo perche’ anche ai tempi della bella e formosa sofia loren c’erano dive magrissime come audry hepurn,grace kelly,ecc.
e comunque io che sofia loren l’ho vista da vicino vi assicuro che e’ vero che e’ aveva un bel seno ma aveva anche una vita di meno di 60 cm!!!e ilseno grande o piccolo non dipende dal cibo!!!
Quindi smettiamola con i luoghi comuni…cominciamo anche a parlare dei problemi che porta l’eccesso di cibo!

miriam scritto il 14 marzo 2011 - 18:13 | Visit Link

Capisco la necessità di scoraggiare dall’imitazione – anche se vedo che avete messo donne “normalmente” magre vicino ad alcune che, effettivamente, sono al limite – ma eviterei di confondere l’anoressia con la magrezza. Vedo che già molte lo hanno fatto notare, giustamente. Se si mangia regolarmente, si sta bene e si è magre…non facciamola passare come una colpa! Dobbiamo anche renderci conto che siamo in un mondo in cui si mangia tanto e male, per cui la normalità pare essere il sovrappeso…ma non lo sarebbe, in natura. Insomma…quando l’alimentazione è sana, ognuno avrà il peso che avrebbe naturalmente; e va bene così, non credete?

Eleonora scritto il 5 aprile 2011 - 03:29 | Visit Link

io ho 19 anni, sono alta 1,65 e peso 45kg non riesco a ingrassare è un ossessione odio il mio corpo non riesco a mostrare le mie gambe troppo magre…come devo fare nessuno capisce le mie esigenze uff

maria scritto il 27 maggio 2011 - 19:03 | Visit Link

io sono alta 1.71 e peso 50 chili.. sono relativamente preoccupata però e sto ben attenta a non ingrassare.. dato che la mia taglia 44 ce l’ho lo stesso…

valentina scritto il 24 agosto 2011 - 17:52 | Visit Link

io sono alta 1.64 e peso 46, ho problemi con il ciclo e mi hanno detto ch se dimagrisco ancora non avro piu il ciclo

eleonora scritto il 14 dicembre 2011 - 19:09 | Visit Link

io ho 16 anni (a dieta ferrea da 6 anni) sono alta 1,78 x 43 kg e porto una “sudatissima” taglia 36. Il mio ragazzo però continua a farmi pressioni perchè mi vuole più magra di una taglia e continua a regalarmi vestiti taglia 34 per dirmi di dimagrire. Lui vorrebbe che facessi la dieta del kiwi per perdere ancora 3 kg per arrivare a 40 kg… cosa dite funziona? o conoscete altre diete più efficaci?.

Barbie scritto il 3 marzo 2012 - 05:01 | Visit Link

Io o 13 anni e peso 42 kili , non mi ritengo nè trpp grossa e nè trpp magra ..
Il fatto e ke a volte mi sento male a scuola ..
la prima volta sn svenuta , la seconda volta o vomitato ..
le mie amiche ritengono che è perchè non mangio a scuola …
e dicono ke sn trpp magra !
la mia migliore amica dice ke sono sottopeso alla mia età .. perche sono anke un po alta e quindi ..!
Io non mi sento così magra come dicono loro..
Ma poi io mangio tranquillamente .. solamnete ke mi sento sazia subito .. Questo e tutto !

giulia 98 scritto il 10 aprile 2012 - 17:35 | Visit Link

#Barbie:Ma ti rendi conto di quello che scrivi?Sei a dieta da quando hai 10 anni?Nel periodo in cui una donna dovrebbe nutrirsi al meglio(e non ho detto al massimo)per lo sviluppo?Ma ki è questo idiota con cui stai??taglia 34??Non l’ho neanke mai vista in nessun negozio…comprerà i vestiti in negozi x bambini!!
Io ho 25 anni,sono alta circa 1,60 e peso credo 62 kg…sono rotonda nei punti giusti e ho sempre fatto esercizio fisico per tramutare il grasso in muscolo ma mai e poi mai ho pensato di voler entrare anke solo in una 38!!anke xkè così come sono ho sempre riscosso un sacco di successo nei ragazzi…:P
Ragazze riflettete bene…non uccidetevi…

Stefania scritto il 16 aprile 2012 - 22:13 | Visit Link

#STEFANIA:

Da sempre mi vesto da “JENNYFER” e i vestiti taglia 34 ci sono. Sto proseguendo nella mia dieta ferrea per arrivare a 40 kg e ormai ci sono quasi, ingerisco max. 600 calorie al giorno e dal mese scorso sono dimagrita di quasi 2 kg, mi manca così solo l’ultimo kg da perdere per raggiungere l’obiettivo… penso che una volta raggiunto i 40 kg il mio ragazzo non mi chiederà di dimagrire ancora ma capirà lo sforzo che sto facendo per essere magra come piace a lui… altrimenti dovrò darti ragione e dire che è davvero un’idiota! :)

BARBIE scritto il 18 aprile 2012 - 02:14 | Visit Link

Ho 21 anni sono alta 1.58 cm e peso 45 kg.
Porto una 38 e sinceramente mangio di tutto, a parte la polenta(è l’unico piatto che odio)

Credo che c’è da chiarire molto sulla taglia 38-40.
Io non sono anoressica e a tavola non ho privazioni.
Si parla di anoressia anche sull’incompatibilità peso-altezza. Ma ci sono persone che divorano tutto e portano sempre una 38, potete vedere è fisico.

Io portando una 38 non ne sono felice e voglio una 40-42..Ora vi chiedo cosa posso fare per arrivare a pesare almeno 50kg? Quindi 5 kg in più?

Premetto che ingrasso solo di pancia, per questo essendo un pò asciutta in zona gambe sono costretta a tonificare moltissimo facendo esercizi…purtroppo.

Comunuque…il consiglio che mi sento di dare a moltissime ragazze è di non fare rinunce, anzi è importante mangiare più volte durante la giornata(colazione, spuntino, pranzo, spuntino pomeridiano e cena) MANGIANDO SANO(ma anche di tutto, perché no?). Il cibo è uno dei piaceri della vita, dunque perché privarsene?

Annalisa scritto il 9 maggio 2012 - 15:02 | Visit Link

Io ho 16 anni e sono alta 157 cm (mi sento troppo bassa in confronto ai miei coetanei) e peso 50 kg. Vorrei tanto arrivare ai 45 kg…Ma non riesco a perdere peso. Cioè sì,perdo peso ma poi lo riprendo sempre in poco tempo! Assumo circa 700 calorie al giorno e nonostante ciò il mio peso non diminuisce. So che dovrei fare più attività fisica,ma per andare in palestra non ho tempo. Dunque,vorrei un consiglio per riuscire a dimagrire e mangiare in modo sano senza star male come mi è successo molte volte…
Grazie mille.

Natalia scritto il 28 agosto 2013 - 03:11 | Visit Link

Ciao, parto da una cosa fondamentale: il primo segreto è non rimanere “schiavi” della bilancia. Non conta infatti quel numero singolo, che dice tutto e niente allo stesso momento, ma occorrerebbe recarsi da un esperto in nutrizione che valuterà la composizione corporea reale (massa grassa, massa magra, liquidi). Inoltre sei in un età in cui il corpo deve ancora raggiungere una forma definita. L’attività fisica è importante, specie alla tua età, le calorie introdotte sono un pò pochine. Probabilmente il metabolismo è un pò rallentato per la perdita di massa magra. Rinnovo il consiglio di effettuare una visita nutrizionale approfondita.
Spero di essere stato utile.
Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 28 agosto 2013 - 08:41 | Visit Link

Sono 1.63 e peso 50 kg ,mi vedo grassa sopratutto dalle cosce …un mese fa ero riuscita ad essere 44 kg, ma sopratutto con il mio ragazzo che mi ha aiutato a mangiare sono arrivata a 50 …ma voglio dimagrire …che dite? :(

Noemi scritto il 6 settembre 2013 - 02:32 | Visit Link

Salve, penso che effettivamente la situazione sarebbe da monitorare al meglio, in quanto è necessaria un analisi corporea completa, volta ad analizzare le percentuali di massa magra e grassa effettivamente presenti. inoltre consiglio anche analisi ematiche volte ad evidenziare eventuali carenze o squilibri. Il peso, sinceramente, sembra un pò bassino, ma questo, ovviamente sarebbe da verificare durante una visita nutrizionale approfondita. Consiglio, quindi, di rivolgersi ad un esperto in nutrizione, che certamente sarà in grado di analizzare al meglio la Sua situazione.
Spero di essere stato utile.
Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 8 settembre 2013 - 11:26 | Visit Link

Ciao vorrei farti una domanda, sono una ragazza di 20 anni peso 45 kg alta 1.66 cm dovrei perdere peso??

Giovanna scritto il 25 marzo 2014 - 01:01 | Visit Link

E’ improbabile fornire consigli online sulla situazione personale di un paziente: Si consiglia di rivolgersi ad un esperto in nutrizione che sarà certamente in grado di valutare la composizione del Suo organismo.
Spero di essere stato utile.
Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 2 aprile 2014 - 15:11 | Visit Link

Commenta questo articolo

Vuoi fare una domanda alla nutrizionista?
Vieni nel forum diete e nutrizione

I campi contrassegnati con " * " sono necessari.