Frutta e verdura, gli alimenti più salutari della nostra dieta

marzo 21, 2011 | Autore: andreaserra | Scritto in: Alimentazione,Salute

frutta e verdura
E’ un dato di fatto che, mediamente, frutta e verdura sono consumate in maniera troppo ridotta sulle nostre tavole. Non sono poche le persone che addirittura eliminano del tutto questi alimenti dalle loro diete. Nutrizionisti ed esperti di nutrizione sono concordi sul fatto che occorre sensibilizzare sempre di più la popolazione a un consumo maggiore e regolare di frutta e verdura ed, in particolare, occorre evidenziare che non basta consumare queste pietanze saltuariamente, ma, per ottenere i benefici che esse garantiscono, occorre garantirne un’assunzione giornaliera e cospicua (circa 5 porzioni al giorno).More...

Per raggiungere la suddetta quota, si consigliano 2 porzioni di frutta e 3 porzioni di verdura al giorno.

La frutta, sempre più frequentemente, viene suggerita come spuntino sia a metà mattinata che a metà pomeriggio. Questo viene fatto per raggiungere facilmente la quota dei 5 pasti giornalieri, ma anche per evitare che gli spuntini siano a base di carboidrati o prodotti confezionati che aumentano nettamente l’introito calorico e che, di certo, sono meno salutari della frutta. Altri esperti consigliano un consumo di frutta durante i pasti principali, per associare ai nutrienti introdotti a pranzo e a cena, le vitamine (in particolare le vitamine C, E, e provitamina A) e i sali minerali che completano il pasto e che solo la frutta è in grado di fornire.

La verdura (quella verde in particolare), contribuisce in altro modo al benessere del nostro organismo. In particolare essa migliora l’efficacia intestinale, rafforza il sistema immunitario, regola la pressione sanguigna e il tasso di colesterolo e previene i danni cardiovascolari.

Numerosissimi sono gli studi presenti in letteratura scientifica riguardo frutta e verdura; le conclusioni che si possono trarre da essi sono che una dieta ricca di queste componenti riduce di circa il 30-40% la probabilità di contrarre tumori e riduce l’insorgere di malattie cardiovascolari.

Questi dati trovano riscontro specialmente nelle persone che sin dall’infanzia sono state abituate a consumare regolarmente questi alimenti, motivo per cui l’avvicinamento a frutta e verdura dovrebbe essere indirizzato soprattutto ai genitori ed ai giovani stessi.

Occorre evidenziare che gli eccessi e gli squilibri che possono sembrare momentanei esercitano un effetto sul nostro organismo che può manifestarsi anche dopo decine di anni e regolare la nostra alimentazione in modo equilibrato con alimenti benefici risulta di fondamentale importanza per migliorare la nostra salute a lungo termine.

xygoxen

4 persone hanno commentato

In questi giorni stiamo seguendo attentamente tutte le tragiche vicende provenienti dal Giappone, e nonostante il ministro Fazio ha rassicurato tutti dichiarando che le particelle radioattive, non “AVREBBERO” causato danni alla salute… io mi chiedo: ma siamo davvero SICURI? potremo tranquillamnete mangiare frutta e verdura? e soprat…tutto non sarebbe meglio acquistare prodotti provenienti da colture protette (sotto serra) piuttosto che quelle in campo aperto? Amici e parenti mi raccontano che dopo Chernobyl sono stati tutti influenzati nel fare la spesa, e soprattutto per gli ortaggi, venivano scelti quelli coltivati in serra, per avere una protezione maggiore!! Mi auguro vogliate trattare queste tematiche cosi “attuali”!!! Un caro saluto da una vostra lettrice

Liliana Parisi scritto il 23 marzo 2011 - 19:01 | Visit Link

Ringraziamo sentitamente per la sua analisi e spunto di riflessione. L’argomento è di certo delicato ed andrebbe affrontato a 360°. Purtroppo non è possibile sempre risalire alle origini dei prodotti che troviamo sulle nostre tavole. Speriamo che la situazione venga controllata nel miglior moo possibile e che non si arrivi a situazioni tragiche come quelle di Chernobyl!
Saluti
Andrea Serra

andreaserra scritto il 25 marzo 2011 - 11:09 | Visit Link

Contorno di peperoni grigliati alla lunga fanno male all’organismo? Non mi piace altra verdura.
Grazie

Elena scritto il 23 aprile 2013 - 13:23 | Visit Link

Salve, i contorni grigliati alla lunga possono arrecare danni, specie se cotti eccessivamente (nell’imbrunimento sono presenti sostanze dannose). Inoltre cotture troppo intensive possono pregiudicare le caratteristiche nutrizionali dell’alimento (specialmente le vitamine ed i sali minerali). Per concludere i peperoni sono ortaggi che possono creare problemi di digestione, quindi un consumo eccessivo potrebbe “affaticare” l’apparato digerente.
Spero di essere stato utile.
Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 23 aprile 2013 - 13:29 | Visit Link

Commenta questo articolo

Vuoi fare una domanda alla nutrizionista?
Vieni nel forum diete e nutrizione

I campi contrassegnati con " * " sono necessari.