Perchè le proteine sono così importanti?

dicembre 16, 2010 | Autore: andreaserra | Scritto in: Alimentazione

Le proteine sono macronutrienti fondamentali nella dieta e per il nostro organismo. La dieta mediterranea ne prevede un apporto del 15-20% rispetto all’introito calorico giornaliero. Le fonti alimentari in cui sono principalmente presenti sono il latte vaccino (3,5%), i formaggi (13% mediamente), uova (13%), carne e pesce (15-20%), cereali, pane e pasta (8-12%), legumi secchi (20%), soia (40%), frutta (3%).

Le componenti fondamentali che costituiscono le proteine sono gli amminoacidi. Di questi se ne contano 20, alcuni di essi sintetizzabili dal nostro organismo ed altri no (amminoacidi essenziali). Essi sono presenti in quote differenti negli alimenti;  più una dieta riesce a garantire la richiesta di ogni amminoacido, più essa può definirsi bilanciata dal punto di vista proteico. La pasta con i fagioli ad esempio può essere considerata un’ottima pietanza, in quanto unisce alla metionina presente nei legumi, la lisina, il triptofano e la treonina contenuti nella pasta.

Gli amminoacidi nel nostro organismo hanno una funzione plastica (costituiscono le proteine e ne permettono il turnover), una funzione regolatrice (sono i precursori di ormoni e segnali nervosi) ed energetica.

Le proteine, invece, rispondono ad una molteplicità di funzioni, tutte fondamentali per il nostro organismo:

- regolano il metabolismo di enzimi e ormoni

- trasportano molecole nel sangue

- legano molecole nei tessuti

- permettono la coagulazione del sangue

- proteggono l’organismo dalle infezioni

- permettono la contrazione muscolare

- permettono la trasmissione dei segnali nervosi

- hanno funzione strutturale nei tessuti animali

- modulano l’espressione dei geni.

Tuttavia sono proteine anche inibitori di enzimi, tossine ed allergeni.

La digestione inizia nello stomaco dove l’enzima incaricato (pepsina) viene attivato dall’acido cloridrico. Essa si conclude nella prima parte dell’intestino, dove, più a valle, avviene anche l’assorbimento sottoforma di amminoacidi. Nel fegato avviene sia la loro sintesi a partire dagli amminoacidi, sia l’eliminazione sottoforma di urea (che poi verrà convogliata nelle urine).

Recentemente sono molte le diete iperproteiche prescritte, con lo scopo di eliminare parte della quota giornaliera di carboidrati e lipidi. Certamente questo è un ottimo metodo per perdere dei chili nell’immediato. Tuttavia c’è da considerare il fatto che questa perdita è dovuta principalmente all’eliminazione di acqua e glicogeno (che rappresenta la principale riserva energetica a livello muscolare). Il rischio che si corre è che il muscolo, privato del glicogeno possa iniziare un processo di autodigestione (specialmente durante l’attività fisica) per ottenere l’energia necessaria. Questo comporterebbe una diminuzione della massa magra e quindi del metabolismo basale. Inoltre a lungo andare, una dieta iperproteica potrebbe caricare eccessivamente il fegato ed i reni. Si raccomanda, come sempre, buon senso e attenzione per mantenere una dieta sufficientemente bilanciata.

xygoxen

Non c'è ancora nessun commento.

Commenta questo articolo

Vuoi fare una domanda alla nutrizionista?
Vieni nel forum diete e nutrizione

I campi contrassegnati con " * " sono necessari.