Carboidrati, lipidi e proteine

novembre 7, 2010 | Autore: andreaserra | Scritto in: Alimentazione,Salute

L’organismo utilizza energia per la maggior parte delle attività necessarie alla propria sopravvivenza. I carboidrati e le proteine forniscono circa 4 calorie per grammo, mentre i grassi ne forniscono circa 9. I carboidrati sono i nutrienti più presenti negli alimenti, mentre i grassi costituiscono la fonte di energia più concentrata e semplice da immagazzinare.

Quando l’organismo esaurisce la disponibilità di grassi e carboidrati, si trova costretto ad utilizzare a fini energetici le proteine, ottenute dall’alimentazione o, in casi di deperimento accentuato, dai propri tessuti (in questo modo si assiste ad un sensibile decremento della massa magra e quindi del metabolismo basale).

CARBOIDRATI: quelli a più elevato potere nutritivo sono quelli complessi, contenuti soprattutto nei cereali non raffinati, nei tuberi, negli ortaggi e nella frutta. Dolciumi e bibite, al contrario, contengono abbondanti quantità di zuccheri semplici. Gli zuccheri semplici sono utili nei casi in cui l’organismo necessiti in tempi rapidi di molta energia, come durante l’attività fisica; essi determinano nel sangue un picco del valore della glicemia poco dopo la loro ingestione, ma anche un’altrettanto rapida diminuzione di tale valore dopo che essi sono stati utilizzati dall’organismo. I carboidrati complessi, invece vengono assimilati più lentamente e garantiscono un valore di glicemia costante nel sangue.

LIPIDI: sono presenti in minor quota dei carboidrati negli alimenti, ma il loro valore calorico è molto più elevato dei carboidrati. A differenza di questi ultimi, inoltre, sono utilizzati principalmente come energia di riserva. L’eccessivo accumulo di grassi nell’organismo può creare problemi, come malattie cardio-vascolari ed obesità. I risultati di numerose ricerche indicano che sono soprattutto i grassi saturi a influire negativamente sul livello di colesterolo nel sangue e a favorire le problematiche sopraelencate. Tuttavia essi sono importanti per molte funzioni del corpo umano (stabilità delle membrane cellulari, produzione di ormoni, produzione della bile, assorbimento intestinale…)

PROTEINE: rappresentano la principale fonte di azoto dell’organismo, componente fondamentale per l’equilibrio idro-salino intra ed extracellulare. Esse sono importanti costituenti delle membrane cellulari, e costituiscono gli enzimi (necessari nelle reazioni metaboliche) ed alcuni ormoni (come l’insulina), che regolano importanti processi dell’organismo. Gli amminoacidi sono le componenti fondamentali delle proteine; quelli essenziali (non sintetizzabili dal corpo) sono dieci, e la carenza di anche uno solo di questi può pregiudicare l’utilizzo di tutti gli altri amminoacidi nella costruzione delle proteine e, di conseguenza, la crescita e lo stato di salute generale dell’organismo.

xygoxen

Non c'è ancora nessun commento.

Commenta questo articolo

Vuoi fare una domanda alla nutrizionista?
Vieni nel forum diete e nutrizione

I campi contrassegnati con " * " sono necessari.