Radicali liberi e antiossidanti

settembre 26, 2010 | Autore: andreaserra | Scritto in: Alimentazione,Salute

I radicali liberi sono molecole altamente instabili e  dotate di forte potere ossidante. Raggiungono maggiore stabilità sottraendo atomi di idrogeno da altre molecole, che vengono modificate irreversibilmente a loro volta. Essi si formano naturalmente e costantemente nell’organismo ed hanno la funzione di eliminare alcuni batteri.

Se la loro presenza nel nostro organismo risulta eccessiva, possono creare danni, specialmente alle strutture lipidiche che costituiscono le membrane cellulari e nucleari, oltre che alle LDL (Low Density Lipoprotein, ovvero le lipoproteine che depositano il colesterolo nei tessuti periferici), alle strutture proteiche e agli acidi nucleici. Tutti questi processi possono essere predisponenti per la mutagenesi e la cancerogenesi.

La produzione di radicali liberi è favorita da:

- esposizione ripetuta e lunga a radiazioni ionizzanti (es. raggi ultravioletti)

- uso o esposizione a sostanze chimiche (farmaci, pesticidi…)

- fumo di sigaretta

- prolungati stress

- infezioni o intossicazioni

- attività fisica intensa.

I radicali liberi sono bloccati incisivamente in età giovanile grazie ad un sistema di difesa prodotto dal nostro organismo costituito dal complesso dei sistemi antiossidanti (enzimatici e non). Questo sistema tuttavia diventa meno efficiente con il passare degli anni (stress ossidativo). E’ ciò che accade invecchiando dove la velocità di riparazione da parte dei sistemi antiossidanti dei mitocondri e delle membrane diminuisce, con conseguente progressivo deterioramento delle loro funzioni.

A livello alimentare si è visto che i fattori predisponenti ad una eccessiva produzione di radicali liberi sono:

- diete ipercaloriche

- eccessivo consumo di grassi

- particolari tecniche di cotture degli alimenti (es. brace)

E’ fondamentale anche che nella dieta ci sia un apporto adeguato di sostanze antiossidanti che vanno ad integrare i sistemi endogeni:

- polifenoli (frutta e verdura colorata)

- selenio (pesce, molluschi, carni, frattaglie, latte e derivati, riso, pasta di grano duro, funghi, noci, aglio, frutta e verdure)

- coenzima Q10 (carne, pesce, cereali, soia, noci, verdura in genere)

- melatonina (riso, avena, mais, pomodori, ravanelli, prezzemolo, zenzero)

Per evitare quindi che la presenza di radicali liberi diventi cospicua nel nostro organismo occorre condurre uno stile di vita salutare, cercando sia di evitare abitudini sbagliate e dannose, sia conducendo un regime alimentare vario e  sano.

xygoxen

Non c'è ancora nessun commento.

Commenta questo articolo

Vuoi fare una domanda alla nutrizionista?
Vieni nel forum diete e nutrizione

I campi contrassegnati con " * " sono necessari.