Come prescrivere una dieta ad una persona anziana?

ottobre 28, 2013 | Autore: andreaserra | Scritto in: Alimentazione,Salute

Il lavoro del nutrizionista, come quello di qualunque altro professionista sanitario, è piuttosto variabile, in quanto si ha a che fare con pazienti con caratteristiche del tutto variabili, che possono differire anche di molto da soggetto a soggetto.

In materia nutrizionale, inoltre, occorre tenere presente anche altri aspetti: certamente la composizione corporea varia sensibilmente nel corso della vita ed infatti, a seconda dell’età, sono presenti differenti rapporti massa magra/massa grassa, ma anche differenti stati di idratazione.

Nello specifico occorre rimarcare il fatto che in età avanzata l’attività fisica si riduce e, di conseguenza anche la massa magra dell’individuo, con relativo abbassamento del metabolismo basale. Anche lo stato di idratazione si riduce sensibilmente, e la percezione sensoriale (specialmente gusto ed olfatto) può subire una forte desensibilizzazione.

Il compito più arduo per l’esperto in nutrizione, in presenza di un paziente anziano, è quello di modificare eventuali abitudini alimentari scorrette che sono state protratte per molti anni e, proprio per questo motivo, sono di difficile gestione. La modifica di queste condotte, talvolta, risulta di vitale importanza, in quanto possono rivelarsi necessarie per fronteggiare eventuali analisi ematiche preoccupanti o altre condizioni fisiologiche potenzialmente a rischio.

Proprio per questo motivo molto spesso il nutrizionista è visto “con antipatia” da questi pazienti, proprio perchè esso rappresenta il simbolo della privazione di abitudini considerate irrinunciabili ed ormai radicate nel tempo. Tuttavia, occorrerebbe interpretare le indicazioni ricevute come un espediente per vivere in modo ancora più pieno e salutare la vita.

xygoxen

Non c'è ancora nessun commento.

Commenta questo articolo

Vuoi fare una domanda alla nutrizionista?
Vieni nel forum diete e nutrizione

I campi contrassegnati con " * " sono necessari.