Le vitamine del gruppo B

agosto 19, 2013 | Autore: andreaserra | Scritto in: Alimentazione,Salute

Le vitamine del gruppo B sono idrosolubili e, quindi, possono essere facilmente eliminate con le urine, ma possono anche sciogliersi nell’acqua di cottura, se l’alimento è sottoposto a bollitura. Inoltre sono particolarmente sensibili a luce e calore.

Esistono diversi sottotipi di vitamina B, per questo motivo riteniamo utile un breve elenco che evidenzi, di ognuno, le principali caratteristiche.

Vitamina B1 (tiamina): svolge azioni benefiche sul sistema nervoso, in quanto contrasta l’accumulo di sostanze tossiche nelle cellule nervose. Inoltre svolge un ruolo fondamentale nel metabolismo glucidico e amminoacidico. Bisognerebbe assumerne circa 1-1,4 mg al giorno, consumando alimenti quali legumi, frutta secca, germe di cereali, frattaglie e patate. In caso di carenza si sviluppano alterazioni nervose, cardiache e dell’apparato digerente. Sindrome da carenza particolarmente grave è il beri-beri.

Vitamina B2 (riboflavina): è importante in fase di accrescimento, nelle funzioni della vista (specialmente al crepuscolo). Inoltre favorisce il metabolismo di proteine, grassi e carboidrati, grazie alla sua azione co-enzimatica (favorisce l’azione enzimatica). La carenza si manifesta con disturbi della crescita, alterazioni della pelle e della cavità orale, congiuntiviti, fragilità delle unghie. Per questo è necessario introdurre almeno 1,2-1,6 mg al giorno di riboflavina, attraverso alimenti quali latte, pesce, uova, carne.

Vitamiina B5 (acido pantotenico): è una parte del coenzima A, molecola di fondamentale importanza nel metabolismo di glucidi e lipidi. Si pensa che una carenza di vitamina B5 provochi cefalea, stanchezza e disturbi gastrointestinali. La carenza infatti è piuttosto rara in quanto questa vitamina si trova un pò in tutti gli alimenti, ed in particolar modo fegato, uovo, ma anche alimenti vegetali.

Vitamina B6 (piridossina): interviene principalmente nel metabolismo amminoacidico, nel quale esercita la funzione di coenzima.Tuttavia è importante anche nelle vie glucidiche e lipidiche. In genere il fabbisogno di piridossina va di pari passo con l’introito proteico (circa 0,02 mg per g di proteine introdotte). La carenza può essere favorita da un eccessivo consumo di alcol, mentre non sono chiari i sintomi associati. La vitamina B6 è contenuta principalmente in lievito di birra, fegato e nella maggior parte degli alimenti sia animali che vegetali.

Vitamina B12 (cianocobalamina).

xygoxen

Non c'è ancora nessun commento.

Commenta questo articolo

Vuoi fare una domanda alla nutrizionista?
Vieni nel forum diete e nutrizione

I campi contrassegnati con " * " sono necessari.