Proprietà e virtù dell’avocado

febbraio 25, 2008 | Autore: rosisella | Scritto in: Alimentazione,Salute

proprieta-avocado.jpgL’avocado è l’unico alimento che si classifica contemporaneamente come frutta, come vegetale e come grasso: come frutta per il suo origine botanico, come vegetale per il suo uso culinario, specialmente nei paesi in cui nasce e come grasso per il suo contenuto nutrizionale. Nessun altro alimento ha una condizione così particolare.
L’avocado, o “aguacate” come è in origine il suo nome in Spagnolo, proviene dalla pianta della Persea Americana, del gruppo delle Lauracee. Fu scoperto per la prima volta durante le esplorazioni dell’America Centrale, nelle zone oggi conosciute come Messico e Guatemala, dove era già era parte dell’alimentazione degli indigeni Aztechi e Maya prima dell’ arrivo degli Spagnoli.
Oggi i principali produttori di Avocado sono, oltre ai paesi Sudamericani, gli Stati Uniti, il Sudafrica, Israele e la Spagna. Per crescere, l’avocado ha bisogno di un clima molto caldo.

La principale caratteristica nutrizionale di questo frutto è la sua ricchezza di grassi, specialmente insaturi ed Omega – 3. Il contenuto di grassi dipende però dal tipo di avocado, e varia dal 10% al 30%.
Per il popolo sudamericano e sudafricano l’avocado rappresenta il sostituto delle olive per gli Europei.
L’elemento più rilevante per la salute di chi include l’avocado nella sua alimentazione è l’apporto di acido grasso linolenico e Omega – 3, grassi “buoni” in quanto capaci di stimolare la produzione di colesterolo buono (HDL) e frenare il deposito di quello cattivo (LDL). Con questa proprietà dell’avocado si può diminuire il colesterolo nel sangue (ipercolesterolemia), si può prevenire l’arteriosclerosi e le patologie causate dall’ostruzione del cuore e delle arterie, aggiungendo allo stesso tempo colore e sapore alla nostra alimentazione
Ma gli effetti positivi non sono solo per il cuore: l’avocado è anche ricco di fitonutrienti, elementi antiossidanti che aiutano a liberare la cellula dai radicali liberi. L’Università dello stato dell’Ohio, in USA, ha dimostrato inoltre che l’avocado è in grado di prevenire la formazione di tumori della bocca.

Un altro aspetto positivo a favore dell’avocado è il suo ricco contenuto di Vitamina A: 14 mg di vitamina A per 100 grammi di parte commestibile (7 volte più dell’ananas). È inoltre ricco di vitamina E, ed entrambe le vitamine sono forti antiossidanti, che aiutano specialmente contro l’invecchiamento della pelle e la sua elasticità.
Altri antiossidanti potenti presenti in questo frutto sono il glutatione e la luteina.

Altre virtù dell’avocado

  • Aiuta a prevenire il morbo di Alzheimer
  • Aiuta a migliorare la depressione
  • Si utilizza nella terapia nutrizionale del paziente con sclerosi multipla
  • Grazie al suo contenuto in Vitamina D, aiuta l’assorbimento di calcio e fosforo, aiutando ad avere ossa e denti più sani e resistenti contro osteoporosi e artrosi
  • Aiuta a diminuire il prurito nelle dermatiti ed altre patologie dermatologiche o allergie della pelle
  • Ha poteri antinfiammatori.

Uno degli ultimi vantaggi riscontrati nell’avocado è la capacità di rallentare l’assorbimento del glucosio a livello intestinale, e quindi di regolazione dei livelli di glicemia, ottimo per i diabetici.

proprieta-avocado2.jpgMa attenzione, perchè l’avocado non è un alimento “light“, visto che in gran parte è composto da grassi, e per ogni grammo di grasso c’e un apporto di 9 calorie. E’importante saper utilizzare questo frutto come sostituto dell’olio o di altri grassi, ma non utilizzarlo in eccesso. Un esempio tipico di uso di avocado nei piatti sudamericani è mettere 1/8 dell’avocado a pezzi nell’insalata, senza aggiungere olio.
Questo frutto non fa dimagrire, è solo un ottimo sostituto di grassi e olii e che possiede grandi benefici per la salute se si utilizza nella maniera e nella quantità corretta.
Un etto apporta 230 calorie.

Per una descrizione del frutto del dott. Andrea Serrra: http://www.alimentazione-salute.it/alimentazione/1497/proprieta-nutrizionali-dellavocado/

xygoxen

38 persone hanno commentato

CONCETTI E CONOSCENZE BASILARI PER EVITARE LA MALNUTRIZIONE TROPPO SPESSO INDICATA DALLE DIETE PER DIMAGRIRE.

In vero oggi sono consigliate sulla base di un semplice calcolo quantitativo delle Calorie sviluppate dalla combustione dei vari alimenti , tali calcoli rigorosi delle diete espressi in sulla quantita di calore sono destinate indubbiamente sistematicamente a fallire essendo sbagliate concettualmente dato che corrispondono ad una visione meccanicista che ben poco ha a che vedere con il valore della qualita della alimentazione in relazione ad esercitare una vita psico-fisica salutare ed di benessere.E’ importante pertanto iniziare con il riflettere sul fatto che il problema di una corretta alimentazione per la salute e’ troppo spesso e impostato male in quanto in una visione meccanica della vita si ritiene per analogia che il cibo serva come la “benzina” in una macchina per sviluppare energia per il movimento. Diversamente la principale funzione dell’ alimentazione e quella di ricostruire noi stessi e rinnovare le cellule morte o malate.

Il fatto di tradurre i cibi come funzione calorica (CALORIE) determina quindi una reale incomprensione sulla qualita’ del cibo e di conseguenza tale atteggiamento cognitivo conduce spesso a determinare DIETE prive di un reale valore scientifico. Infatti una caloria e sempre identica a se stessa da qualsiasi fonte di calore provenga. Inoltre la energia che il corpo umano ha bisogno per ricostruirsi non ha nulla a che vedere con il calore, proprio perche’ quest’ultimo in vero e’ un tipo di energia degradata, non piu utilizzabile neppure per il movimento direzionale del pistone in un motore , ed infatti anche una macchina se ne sbarazza disperdendola nell’ ambiente. La equivalenza tra “alimento e calorie” e’ indubbiamente priva di senso, ma purtroppo le diete vengono sistematicamente basate su tale equivalenza fuorviante, per cui ogni reale attenzione al benessere e la salute derivante dal metabolismo alimentare e spesso errata e putroppo conduce a favorire la malnutrizione.

La complessita’ del rapporto tra alimentazione salute e benessere e’ fondamentalmente dovuta al fatto che ognuno di noi presenta una propria individualità biochimica e di apprendimento culturale in grado di influenzare la risposta al cibo e ai farmaci che assumiamo, all’ambiente in cui viviamo e quindi ad ammalarci o meno, a invecchiare lentamente o velocemente.

Percio’ una alimentazione piu’ coscienziosamente finalizzata alla ricostruzione sana e forte delle cellule dei vari organi ( cervello, cuore, fegato ,… nonche’ della continua rigenerazione delle strutture ossea, membrane e della pelle ecc.. ) dovra evitare di ricadere nelle concezioni derivanti da porre in equivalenza cognitiva l’ uomo con una macchina , cio’ anche in quanto le esigenze nutritive dei nostri organi sono naturalmente tra loro distinte e complementari e vengono comunque regolate dalle attivita determinanti del DNA.

Paolo Manzelli n scritto il 13 dicembre 2008 - 19:38 | Visit Link

Mangio un avocado una volta alla settimana. Mi piace moltissimo; lo mangio condito con limone- Ho ottantatre anni e sono abbastanza ” in gamba”

giulia scritto il 26 gennaio 2011 - 13:51 | Visit Link

ho scoperto un alimento che mi sta creando assuefazione… il frullato di avvocato con latte e zucchero, non riesco piu’ a smettere, adesso che ho letto le sue proprieta’ capisco perche’!!
mi dicono sia delizioso con zucchero e limone ma non ho ancora provato

antonella scritto il 11 marzo 2011 - 00:57 | Visit Link

Vorrei sapere, in che quantità giornaliera o settimanale posso inserire l’avocado nella mia alimentazione.

P.S….Non mangio la carne perchè non mi piace i formaggi e latte per intolleranza….e ho un intestino pigro.
Molte grazie.

Giovanna.

Giovanna scritto il 20 ottobre 2011 - 17:20 | Visit Link

e’ buonissimo nelle insalate o da solo con sale e olio d’oliva… e crackers… mmmm :)

c0dy scritto il 13 dicembre 2011 - 23:36 | Visit Link

sono un assertore dei rimedi naturali e ovviamente nutrizionali di frutta,verdura,etc.,la mia domanda è
per mantenere la pressione arteriosa a livelli ottimali,
oltre ad una attività sana,quali cibi bisogna consumare.
faccio presente che evito il sale,caffè,non fumo,non mangio insaccati,sporadicamente mi concedo il panino al salame o mortadella,mangio molta insalata,spuntino con frutta,pasta integrale,forse non bevo abbastanza? ca 1 lt d’acqua al giorno,ogni tanto un bicchiere di vino al pasto,ma non sempre,evito la roba gassata,sporadicamente
un birra.
saluti santo

santo scritto il 13 gennaio 2012 - 10:50 | Visit Link

Io credo, che il cibo sia nato come “medicina” per il nostro corpo, per avere e mantenere uno stato di salute. Un tempo l’ambiente era più salutare ed anche noi, quindi credo che adesso sia molto difficile stabilire veramente il livello di nutrizione degli alimenti ed esattamente cosa ha bisogno ogni individuo, visto che siamo unici, e per la mia esperienza e non solo, spesso si incorre di proporre la stessa dieta a piu’ pazienti che per fare un po’ di “umorismo” sono anora…”pazienti” nell’attesa di sapere come stanno veramente le cose ed essere indirizzati verso la propria alimentazione giusta. Ringrazio di cuore per l’articolo interessante sperando che si possa divulgsre ovunque.

giada scritto il 11 febbraio 2012 - 13:31 | Visit Link

Ma quando potassio contiene questo frutto, perchè io non dovrei mangiare frutti con un grande apporto di potassio.
Grazie

Ferdinando Riciardi scritto il 17 febbraio 2012 - 03:45 | Visit Link

Ottengo una buona crema frullando la polpa di avocado con olio e limone in giuste dosi e lo conservo in frigo: e’ un buonissimo condimento per insalate e bruschettta

Chiara scritto il 22 aprile 2012 - 11:25 | Visit Link

Buonasera,
ho magiato per la prima volta l’avocado qualche giono fa e devo dire “è delizioso”. Questo alimento ha davvero tante proprietà, sicuramente lo inserirò nella mia alimentazione. A questo proposito, mi chiedevo in che quantità va consumato alla settimana, se è meglio durante il pranzo o la cena.
E’ utile anche contro la caduta dei capelli?
Grazie per tutti i consigli che saprà darmi.

Un saluto.

Angela

Angela scritto il 14 settembre 2012 - 17:10 | Visit Link

Salve, certamente l’avocado ha un gusto particolare, che può risultare molto gradito. Le sue proprietà benefiche sono dovute alla presenza di potassio ed antiossidanti (vitamina E e glutatione), che possono essere efficaci nella prevenzione delle malattie cronico-degenerative. Tuttavia occorre prestare attenzione, in quanto ha un alto contenuto in grassi (23%). Questo fa dell’avocado un frutto particolarmente calorico; motivo per il quale ne sconsiglierei un uso regolare ed abbondante, limitandosi ad un consumo saltuario (i nutrienti benefici sopraelencati possono essere assunti con molti altri frutti). Se non come spuntino, dovendo scegliere, lo inserirei nel pranzo.
Spero di essere stato utile.
Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 17 settembre 2012 - 16:58 | Visit Link

Articolo carino, ma siete sicuri che “Un etto apporta 230 calorie, l’equivalente di consumare 40 mele o 34 arance”?!?!? Capisco che possa essere solo una svista ma in fatto alimentare purtroppo bisogna stare molto attenti perchè c’è gente che per ignoranza ci crederebbe! Buon lavoro e complimenti!!! =)

Chiara scritto il 19 novembre 2012 - 13:44 | Visit Link

Salve, rispondo io anche se l’articolo non è stato redatto da me, e quindi non posso modificarlo. La ringraziamo per la segnalazione ed evidentemente la dottoressa intendeva 4 mele circa o 3-4 arance. Può capitare. Concordo sulla necessità di porre attenzione in ambito nutrizionale. Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 20 novembre 2012 - 11:09 | Visit Link

Ciao io ho comprato l’ avocado perche’ so che è ottimo per la circolazione ma per fare effetto quanti posso mangiarne al mese visto che è grasso?

Donatella scritto il 21 novembre 2012 - 15:20 | Visit Link

Per quel che mi riguarda le consiglio non di eliminare, ma di ridurre il più possibile il consumo di avocado e di rivolgersi verso alimenti differenti, come i frutti di bosco, ed in particolar modo mirtilli e ribes. Inoltre preservi la sua circolazione assumendo molte sostanze antiossidanti (frutta e verdura), o di omega 3 (pesci grassi o integratori come l’olio di lino).
Spero di essere stato utile.
Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 22 novembre 2012 - 13:38 | Visit Link

salve,ho 55 anni e artrosi:la pressione ha valori giusti senza assunzione di pastiglie,e non assumo alcun tipo di pastiglie se non quelle antidolorifuche x emicranie e dolori alla spalla x calcificazioni.Sono alta 1.70 e peso 63 kg,molto longilinea. Assumo una tisana di melissa la sera x tenere a bada l’emicrania.
Vorrei sapere in quale quantita’posso assunere il frutto avogado senza k questo mi faccia ingrassare.
grazie,cordiali saluti.

luana scritto il 25 novembre 2012 - 12:36 | Visit Link

Salve, sinceramente non farei dell’assunzione dell’avocado una ragione di vita, nel senso che, a mio avviso, le sue proprietà nutrizionali sono ahimè collegate anche ad un eccessivo introito calorico. Per questo motivo motivo ne consiglio, eventualmente, un consumo molto moderato, cercando, in alternativa di indirizzarsi verso il consumo vario di frutta e verdura. Ne consiglierei, quindi una porzione settimanale al massimo.
Spero di essere stato utile.
Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 27 novembre 2012 - 15:15 | Visit Link

Il fatto che sia calorico non è un problema a meno che non si abbiamo gia problemi di salute ma,se si inserisce in un contesto alimentare decente questo problema passa automaticamente in secondo piano.Ne mangio metà al giorno più che altro perchè(a volte mi capita anche 1 intero)e non ho alcun problema di peso anzi,peso 53 chili per 1,72.

Giordano scritto il 24 febbraio 2013 - 12:56 | Visit Link

Salve, sono assolutamente d’accordo con quanto Lei dice ed, infatti, in questo sito si cerca sempre di evitare estremismi, in quanto è noto che questi, oltre che creare falsi allarmismi modificano, talvolta in modo radicale, abitudini alimentari e stili di vita. Nel caso dell’avocado, è utile ricordare che questo non comporta alcun rischio sulla salute o non facilità l’obesità, tuttavia è opportuno considerare che, rispetto alla maggior parte degli altri frutti, esso è maggiormente calorico e, per questo motivo, il suo consumo va controllato o, comunque, integrato in un corretto stile di vita come Lei certamente starà già facendo.
Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 25 febbraio 2013 - 13:42 | Visit Link

Questo frutto, l’avocado, interferisce con farmaci tipo coumadin? grazie

fiorella scritto il 12 marzo 2013 - 11:14 | Visit Link

Salve, si, l’assunzione di avocado può interferire col principio attivo di tali farmaci. Tuttavia occorre sottolineare che le dosi consigliate dal medico si basano sui valori di INR registrati con la dieta abituale che si è soliti seguire. Quindi una variazione repentina di tale regime alimentare potrebbe variare a monte il valore del tempo di coagulazione. Comunque non essendo un medico, ma un biologo nutrizionista, lascio a chi di dovere tali spiegazioni. Per quel che mi riguarda consiglierei sempre di mantenere l’alimentazione abituale.
Spero di essere stato utile.
Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 12 marzo 2013 - 11:29 | Visit Link

Quali sono le quantità? In modo che non si rischi che questo frutto benefico posso avere delle controindicazioni?

katy scritto il 2 agosto 2013 - 23:32 | Visit Link

Salve, fondamentalmente le controindicazioni riguardano soprattutto il suo potere calorico. Quindi direi di consumarlo in modo piuttosto ridotto e, soprattutto, non troppo spesso. Direi che le quantità in quest’ottica sono piuttosto relative alla grandezza del frutto: scegliere frutti di minor grandezza.
Per una descrizione del frutto del dott. Andrea Serrra: http://www.alimentazione-salute.it/alimentazione/1497/proprieta-nutrizionali-dellavocado/
Spero di essere stato utile. Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 3 agosto 2013 - 18:50 | Visit Link

avrei preferito un’analisi più dettagliata delle sostanze sia vitaminiche che minerali contenute nell’avogadro e dei suoi effetti specifici sul’organismo riferiti al peso corporeo ed a quello del frutto assunto e qualche ricetta di abbinamento con altri cibi.
Grazie.
A.G.

aldo giordano scritto il 9 agosto 2013 - 22:11 | Visit Link

Buongiorno, ho scritto recentemente un articolo inerente le proprietà nutrizionali richieste da Lei. Questo proprio per le molte richieste che mi pervenivano a riguardo. ecco il link:
http://www.alimentazione-salute.it/alimentazione/1497/proprieta-nutrizionali-dellavocado/
Saluti

andreaserra scritto il 16 agosto 2013 - 10:01 | Visit Link

[...] saperne di più sulle proprietà nutrizionali dell’avocado utilizzato nella ricetta? Cliccate qui.  Posted by Alice Nel Paese delle insalate at 5:00 pm  Tagged with: avocado, [...]

E ora … - scritto il 24 settembre 2013 - 12:06 | Visit Link

Salve, mi chiamo Antimo, ho 41 anni, ho letto da qualche parte che l’avocado aiuta ad aumentare la quantità di sperma, vero? grazie

antimo scritto il 4 ottobre 2013 - 21:07 | Visit Link

Salve, in linea di massima si può dire chel’avocado contiene vitamina B6 e potassio, che sembrano, tra l’altro, aumentare la produzione di testosterone, con conseguente miglioramento dell’attività sessuale. Rimane, a mio avviso, la necessità di ponderare tutto con cautela: molte volte si cerca di evidenziare in modo spropositato le proprietà di un determinato alimento, specie nell’ambito di determinate funzioni, al fine di vedersi riconosciute scoperte o innovazioni scientifiche con conseguenti benefici commerciali. Ovviamente si consiglia solo di “filtrare”, in parte, ciò che ci viene presentato.
Spero di essere stato utile.
Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 6 ottobre 2013 - 11:38 | Visit Link

Oggi incuriosita ne ho comprato uno: ma come fate a dire che è buonissimo? E’ amaro come il fiele, dopo mezz’ora sto ancora male: dove ho sbagliato? Eppure prima l’ho sbucciato poi diviso a metà e ci ho messo sopra il limone, ma è immangiabile! Fatemi sapere il perchè.

silvana scritto il 11 novembre 2013 - 17:07 | Visit Link

Salve, partendo dal presupposto che, purtroppo o per fortuna, i gusti sono gusti, consigliamo anche di valutare eventuali preparazioni culinarie che possono essere trovate sul sito http://www.ricette-calorie.com.
Spero di essere stato utile.
Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 15 novembre 2013 - 11:10 | Visit Link

Ma cosa volete che possa fare in termini benefici una porzione alla settimana? Io credo che mezzo avocado di media grandezza, non dico al giorno, ma almeno 4/5 giorni alla settimana sia il minimo per poterne vedere dei risultati. Personalmente non ho visto nessun aumento di peso e ormai sono mesi che lo consumo, sono alta 1.70 e peso 52-53 kg. Basta un minimo di buon senso nel suo inserimento nella dieta.

Carla scritto il 17 gennaio 2014 - 19:22 | Visit Link

Gentil.mo nutrizionista, ho gradito moltissimo le disquisizioni meticolose ed interessanti sull’avocado che adoro molto:)
Senta, x caso fa bene anche x riprendersi energie dopo influenze, spossatezze esami e magari aiuta nello studio? cioè potrebbe essere utile al cervello?
La ringrazio molto,

cordiali saluti,

Mariano Carlini Visintainer

mariano scritto il 18 gennaio 2014 - 00:57 | Visit Link

D’accordo, si cerca di sottolineare che, a differenza di altri frutti, l’avocado è molto calorico, ed è quindi da consumare con molta moderazione. Spero di essere stato utile. Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 29 gennaio 2014 - 16:22 | Visit Link

Salve, beh, certamente essendo un frutto piuttosto calorico, fornisce una buona dose di energia rispetto agli altri frutti. Tuttavia le calorie sono costituite principalmente da grassi, motivo per il quale si consiglia, piuttosto, una fonte di carboidrati complessi. Spero di essere stato utile. Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 29 gennaio 2014 - 16:23 | Visit Link

Soffro di fegato grasso posso mangiare avocado? Inoltre devo nutrirmi anche con ceci alla soia gialla che cuocio in acqua per ore , maoi come posso condirli? Grazie

Laura scritto il 2 febbraio 2014 - 11:30 | Visit Link

Fa davvero bene o ci sono controindicazioni grazie

Giuseppina scritto il 23 marzo 2014 - 22:41 | Visit Link

L’avocado deve essere consumato con particolare moderazione per il suo elevato contenuto calorico. Si limiti inoltre a condimenti semplici e non eccessivamente elaborati (es. olio a crudo). Spero di essere stato utile, cordiali saluti.

andreaserra scritto il 2 aprile 2014 - 15:07 | Visit Link

Le controindicazioni sono legate principalmente all’elevato contenuto calorico di questo frutto, che lo contraddistingue dagli altri frutti. Consumare, quindi, con moderazione.
Spero di essere stato utile.
Cordiali saluti.

andreaserra scritto il 2 aprile 2014 - 15:13 | Visit Link

Commenta questo articolo

Vuoi fare una domanda alla nutrizionista?
Vieni nel forum diete e nutrizione

I campi contrassegnati con " * " sono necessari.